SI “SEPARANO” A 80 ANNI, LUI LA LASCIA SENZA LUCE E SENZA RISCALDAMENTO. INTERVIENE ADICO

SOTTOMARINA (VENEZIA). L’amore, come si dice, non ha età. Ma anche la fine dell’amore (o comunque dell’affetto e della reciproca stima) può giungere quando meno te lo aspetti. A.T., pensionata originaria di Chioggia e residente a Sottomarina, ha 83 anni e un anno e mezzo fa si è lasciata dal marito anch’egli ultraottantenne, dopo 47 anni di matrimonio. Tensioni, litigi, continui contrasti hanno fatto precipitare le cose fino a che l’uomo se n’è andato, lasciando nella casa di sua proprietà la moglie. Ora, dopo un periodo di sostanziale calma piatta caratterizzata da un rapporto quasi inesistente fra i due ex coniugi interrotto solo da qualche ruvido contrasto, per la pensionata è giunta una sgradita sorpresa. Da mercoledì, infatti, la donna è senza corrente elettrica e in questo modo, oltre all’energia, non può neppure avviare il riscaldamento tramite la caldaia. L’ex marito, infatti, ha chiesto a sua insaputa la cessazione delle forniture, che erano ancora intestate a lui, sia del gas che dell’energia elettrica. Nel primo caso, non c’è stato nulla da fare. “La socia si è ritrovata da mercoledì scorso senza luce – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico che sta seguendo il caso tramite il proprio ufficio legale – E avendo la caldaia questo le impedisce anche di poter avviare il riscaldamento”. Nel secondo caso, il gas, è riuscita a bloccare la cessazione della fornitura con Eni, dopo una tempestiva telefonata avvenuta quando si è accorta di essere rimasta senza luce”. Dispetti fra coniugi ai ferri corti? Può essere. Fatto sta che, come racconta ancora Garofolini, “i due sono in fase di separazione e, a quanto pare, l’uomo non starebbe neppure pagando gli alimenti stabiliti finora dal giudice. Al di là di questo, la nostra associazione è intervenuta tramite i propri referenti dell’Enel e ci auguriamo che tale situazione assurda venga risolta il prima possibile anche se in teoria per portare a termine l’operazione serve firma e carta d’identità dell’uomo. Se l’ormai ex marito della donna intende sfrattarla, non può certo farlo con questi mezzucci, senza avvertirla, poi, ma deve procedere per i canali legali anche se sono lunghi e costosi”. Attualmente la pensionata di Sottomarina si è trasferita dalla sorella, anche lei ottantenne, nell’ambito di una situazione che, vista anche l’età dei protagonisti, risulta del tutto disagevole oltre che decisamente grottesca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.