Cade in vaporetto e si frattura i piedi Adico diffida l’Actv e chiede i danni

(Mestre, 1 agosto 2014) Pensionata di Cannaregio (VE) scivola mentre sale a bordo del motoscafo della linea 52 in zona ponte delle Guglie e si frattura entrambi i malleoli. I fatti risalgono al 12 maggio scorso ma ora, la signora Bruna Centasso, che nel frattempo ha subìto vari cicli di fisioterapia in seguito all’ingessatura dei piedi per le fratture composte riportate nell’incidente, si è rivolta all’Adico per vedersi riconoscere un risarcimento da Actv. Lo staff legale dell’Associazione Difesa Consumatori ha già fatto partire la diffida.

L’Azienda veneziana dei Trasporti ha infatti già risposto ad una prima richiesta da parte della famiglia Centasso, rimettendo la pratica alla propria assicurazione (UnipolSai Assicurazioni) che scrive: “Siamo spiacenti di non poter prendere in considerazione la sua richiesta in quanto dagli elementi in nostro possesso non emerge alcuna responsabilità a carico del nostro assicurato. Pur spiacenti per l’accaduto, Actv non ha alcuna colpa, in quanto i gradini sono a norma e in buone condizioni manutentive con pavimentazione antiscivolo”.

“Al di là della fatalità dell’accaduto – commenta il presidente dell’Adico, Carlo Garofolini – Actv non può sotttrarsi alle proprie responsabilità. Confidiamo in una risposta rapida, e in un risarcimento concesso in tempi altrettanto celeri”.

 E’ possibile rivolgersi allo Sportello Risarcimento Danni di Adico telefonando al numero 041.5349637 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30 oppure scrivendo all’indirizzo info@associazionedifesaconsumatori.it.

Adico – caduta in vaporetto Actv per sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *