Clausole vessatorie e paghe da fame, tramite Adico i giovani mestrini contestano la regolarità del contratto di lavoro

VENEZIA. Clausole vessatorie, stipendi da “fame”. Non è un periodo esaltante per i giovani in cerca di lavoro dalla faccia di chi afferma bellamente che i ragazzi non hanno voglia di rimboccarsi le maniche e preferiscono starsene sul divano a godersi, magari, il reddito di cittadinanza. Lo sportello dell’Adico riservato proprio al mondo del lavoro, dimostra che le cose non stanno così. Nell’ultimo anno, infatti, l’associazione ha assistito diversi soci mestrini di età compresa fra i 20 e i 30 anni, vittime, loro malgrado, di proposte lavorative di dubbia regolarità. “Il nostro servizio dedicato al mondo del lavoro è da sempre molto attivo – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – non ci era mai capitato, però, di dover aprire cosi tante pratiche a favore di persone giovani. Ci ha particolarmente colpito il contratto di un nostro socio poco più che ventenne il quale, tramite il nostro ufficio legale, he deciso di contestare le clausole in esso contenuto. Per dirne alcune, se decideva di licenziarsi prima del previsto, doveva pagare una penale. Quando andava in ferie doveva comunicare il luogo della villeggiatura e garantire il rientro entro 24 ore in caso di una necessità da parte dell’azienda, pena, un’altra penale, l’assenza ingiustificata e la sanzione disciplinare. Per stare a casa un giorno aveva l’obbligo di comunicarlo 15 giorni prima senza alcuna garanzia di ricevere l’accoglimento della richiesta. Il tutto per una paga netta di circa 800 euro mensili. In pratica, doveva pagare per lavorare”. Lo sportello di Adico dedicato all’occupazione sta affrontando negli ultimi mesi molte altre questioni legate al lavoro. Licenziamenti illegittimi, recupero di stipendi non pagati, del Tfr o di contributi non versati molte volte nell’ambito di attività non regolarizzate o regolarizzate solo parzialmente. Fra le problematiche più frequenti, anche il recupero dei crediti maturati per differenze retributive legate a mansioni non previste dal contratto.    

2 risposte

  1. Sono allibita! Stanno tentando di trasformarci in un popolo di schiavi! Per cortesia, è possibile sapere il nome di questa azienda di disonesti? Ringrazio.

    1. Salve signora Giovanna, meglio sentirci a voce vista la delicatezza del tema. Ci trova allo 041-5349637 dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19. IO ci sono sempre nel pomeriggio salvo rare eccezioni.
      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.