ITALIA FUORI DALLA DEFLAZIONE: L’ISTAT STIMA +0,2% ANNUO DEI PREZZI

Stop alla deflazione. A maggio l’indice annuo dei prezzi risale infatti al +0,2%, dal -0,1% di aprile. Lo rileva l’Istat nelle stime preliminari. Il segno più arriva dopo quattro mesi consecutivi di valori negativi, in altre parole è il primo tasso positivo dall’inizio del 2015. La variazione è la stessa (+0,2%) anche nel raffronto con il mese precedente, aprile.

La ripresa dell’inflazione, dopo quattro mesi consecutivi di valori negativi, spiega l’Istituto, “è dovuta principalmente all’ulteriore ridimensionamento della flessione su base annua dei prezzi dei beni energetici non regolamentati (-7,2% da -8,7% di aprile) e all’accelerazione della crescita tendenziale dei prezzi dei servizi”, in particolare quelli dei trasporti. Anche le voci dei prezzi per i servizi ricreativi e culturali contribuiscono a determinare la crescita complessiva. L’inflazione acquisita per il 2015 è pari a +0,1% (era nulla ad aprile).
Sempre a maggio, al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l”inflazione di fondò mostra una risalita (+0,6%, da +0,3% di aprile); al netto dei soli beni energetici, si porta a +0,8% (era +0,6% il mese precedente). Secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (ipca) aumenta dello 0,2% sia su base mensile sia rispetto a maggio 2014 (il mese precedente il tasso tendenziale era -0,1%).
I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto aumentano dello 0,3% in termini sia congiunturali sia tendenziali (ad aprile il tasso annuo era nullo). Invece quelli del carrello della spesa (beni alimentari, per la cura della casa e della persona) aumentano dello 0,1% su base mensile e registrano una crescita su base annua stabile allo 0,8%.

Fonte: La Repubblica

2 risposte

  1. Che bello! Finalmente ricominciano ad aumentare i prezzi …
    Dice: “… ma … non avevo i soldi per arrivare alla terza settimana neanche fino ad ora, quando dicevano che i prezzi continuavano a scendere (???) ed era perciò la rovina dell’Italia … come farò ora che i prezzi risaliranno e più di qualche disonesto ne approfitterà per aumentarli anche senza un motivo valido? … rischierò di non arrivare neanche più alla seconda, di settimana! Mica mi aumentano anche lo stipendio, anzi …”.
    Tranquillo, se gli “esperti” dicono che dobbiamo essere felici se i prezzi aumentano, bisogna crederci …
    Io sono indignato e stufo di essere preso in giro da questi maghi della finanza … provino prima a mantenere tutta una famiglia con qualche centinaio, o un migliaio, o anche con 2000 € a mese dai quali, prima di poter comprare il pane, devi togliere bollette, assicurazioni, bolli, tasse varie, ecc.! Poi ne riparliamo, di quanto è bello quando i prezzi aumentano!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.