LA STANZA DELL’ ALBERGO A QUATTRO STELLE E’ UNA TOPAIA, VACANZA ROVINATA PER DUE TURISTI BELLUNESI. INTERVIENE L’ ADICO

La colazione? In un’altra struttura all’esterno dell’hotel. La camera? Un buco. Il bagno? Indecente, con un curioso bidet – doccia praticamente inagibile. Strano, anzi, inverosimile, per un hotel con quattro stelle. Invece per A.N., impiegato di Feltre, e per la sua compagna, tale incubo si è presentato sotto forma di una offerta superallettante. La disavventura è avvenuta lo scorso aprile nell’ albergo David di Cesenatico. “Avendo bisogno di staccare un po’ dal lavoro – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – i nostri soci, dopo varie ricerche, si sono  imbattuti in una proposta imperdibile: camera con servizio e prima colazione a soli 30 euro contro i 100 euro normali, causa il fuori stagione. Dopo quasi tre ore di viaggio sono arrivati in albergo e qui, oltre ad apprendere che la colazione sarebbe stata a un centinaio di metri di distanza dall’hotel, sono rimasti di stucco davanti alla camera offerta: la stanza era un buco, il bagno un cunicolo dove un termosifone scrostato e pieno di ruggine si trovava davanti a un water”. Per vedere il resto i due turisti bellunesi hanno dovuto chiudere la porta ed ecco davanti a loro un lavandino che occupava quasi tutta la larghezza tra le pareti e, in fondo, un bidet. A primo sguardo la doccia non si notava, ma poi, alzando gli occhi a mezzo busto, ecco il doccino con la testa del getto che cadeva perfettamente sopra il bidet. Il tutto con piastrelle bianco sporco e ben crepate. A questo punto i due ragazzi hanno ripreso la valigia e se ne sono andati. Alla fine, non hanno fatto neppure un giorno di ferie e hanno deciso di rivolgersi allo sportello “vacanza informata” dell’Adico. “Questo è il classico caso di vacanza rovinata a causa di palesi disservizi – commenta ancora Garofolini – I nostri soci hanno comunque dovuto affrontare una spesa che deve essere rimborsata: 50 euro di benzina, 80 di autostrada, 30 della stanza e poi bisogna mettere anche in conto i pasti”

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.