La Veneziana Serramenti cessa l’attività lasciando “a piedi” decine di clienti. Adico segue otto casi, in ballo 30 mila euro

MARTELLAGO. Hanno già sborsato una somma superiore ai 30 mila euro, sfruttando (tranne in un caso) il bonus serramenti che permette di spendere metà del costo complessivo per l’acquisto degli infissi. Allo stato attuale, però, non hanno ancora ricevuto nulla dalla ditta a cui si sono rivolti diversi mesi fa e ora la situazione s’è fatta davvero preoccupante. Sono otto, finora, le famiglie che si sono rivolte all’Adico per “denunciare” la Veneziana Serramenti, nota ditta di Martellago che ormai da tempo non risponde ai messaggi e alle chiamate dei clienti e che da alcuni giorni ha proprio chiuso i battenti.

Il caso più emblematico fra quelli seguiti dalla nostra associazione riguarda un socio che, sfruttando il bonus serramenti, ha investito dieci mila euro a fronte di una spesa complessiva di 20 mila. Un’altra iscritta di Treviso ne ha tirato fuori 5 mila mentre per gli altri la spesa media è stata di circa 3 mila euro. In un solo caso il cliente della Veneziana serramenti non ha utilizzato lo sconto del 50% pagando 4 mila euro per porte e finestre mai arrivate.

Il problema per loro – ma con ogni probabilità anche per molte altre persone – è che gli acquirenti allo stato attuale non hanno ricevuto alcun serramento. Non solo. Da tempo cercano di contattare il titolare, senza successo. Cosa sta succedendo? “Non sappiamo quale sia il problema – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico -. La cosa certa è che i clienti meritano almeno una risposta ai loro messaggi. Fra l’altro fino a poco tempo fa l’azienda pareva ancora operativa adesso ha proprio chiuso e, con ogni probabilità, in modo definitivo”.

La questione è molto delicata anche perché contempla per sette casi su otto fra quelli seguiti dall’associazione, una cessione del credito in relazione al bonus del 50%.

“Il nostro ufficio legale – prosegue Garofolini – ha intanto inviato una diffida alla ditta, chiedendo naturalmente la restituzione degli importi già pagati a fronte di un contratto che non è stato rispettato. In vista di una possibile procedura anche penale, abbiamo invitato i soci a presentare una denuncia/querela per eventuale frode, sperando ovviamente di risolvere tutto a livello stragiudiziale”.

Per quanto riguarda la cessione del credito, invece, gli iscritti dovranno verificare nel proprio cassetto fiscale dell’agenzia delle Entrate la presenza o meno di un credito di imposta pari a quanto pagato per la fattura di Veneziana Serramenti e se risulta perfezionata la cessione a favore della ditta di Martellago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.