L’AUTORITA’ DEI TRASPORTI DA RAGIONE AI PENDOLARI DEL TRENO: CHE E’ABBONATO DEVE POTERSI SEDERE

I gestori dell’alta velocità devono garantire agli abbonati della Torino-Milano, ma anche delle altre tratte come la Roma-Napoli, un posto a sedere. E se non c’è posto in seconda classe lo devono offrire in quelle superiori, prima compresa. E’ questo l’orientamento del presidente dell’Autorità di regolazione dei Trasporti, Andrea Camanzi, che ha anticipato la filosofia che ispirerà il pronunciamento previsto per il 5 novembre.

Trenitalia e Ntv, dunque, dovranno attrezzarsi attraverso una maggiore flessibiltà del sistema di prenotazione «perché se ci sono 7000 abbonati in tutta Italia disposti a pagare un servizio questo servizio deve essere offerto». L’autorità riconosce dunque le richieste dei pendolari ma afferma anche la correttezza dell’introduzione della prenotazione obbligatoria e delle relative sanzioni da parte di Trenitalia e Ntv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.