Poste Italiane nel mirino delle associazioni dei consumatori: “Pubblicità ingannevole per i buoni fruttiferi”

Attenzione ai nuovi Buoni fruttiferi lanciati dalle Poste, perché il rischio dell’investimento esiste. A sostenerlo sono le principali associazioni dei consumatori, che invitano alla cautela all’atto dell’acquisto, “per evitare preventivamente inganni e delusioni per quei risparmiatori i quali, attratti dai propagandati rendimenti, a fine investimento potrebbero avere maturato solo lo 0,50% del capitale investito, svalutato dall’inflazione”.

Le associazioni dei consumatori sottolineano infatti che il claim pubblicitario dei BFP Europa, che recita Un investimento che ti premia nel corso degli anni! è “del tutto ingannevole“, dal momento che per questi Buoni, che sono quadriennali, “c’è lo 0,5% garantito all’anno per un rendimento pari al 2,02% complessivo per 4 anni, più un rendimento premio del 3% l’anno se l’Euro Stoxx 50 cresce del 7% il primo anno e del 10% nei restanti tre, ma nessun premio se l’indice resta al di sotto”.

Le associazioni dei consumatori, “pur non avendo alcun pregiudizio verso tale nuova forma di raccolta postale supportata da campagne pubblicitarie”, si chiedono infine “come siano promossi, presso gli uffici postali, questi più moderni BFP. Sono stati dati dei budget ai direttori? Sono stati promessi bonus per chi li raggiunge?”.

(spunto tratto da Il Fatto Quotidiano.it)

2 risposte

  1. A proposito di Poste Italiane….
    volevo segnalare un altro fatto.
    Ho in posta dei Bpf dematerializzati (tipologia BPF 3×4 – Reg.fiscale Nettista)) emessi su loro suggerimento il 19.3.2013

    Ho chiesto il resoconto del fruttato, e mi è stato detto che, se li riscuotessi oggi, dopo solo un anno, io prenderei MENO del capitale versato……
    Esempio: Metto euro 1850 e ne riscuoterei 1846,5
    Non capisco: perchè viene intaccato il capitale??
    Va bene non prendere gli interessi, ma addirittura
    perdere una parte dei miei risparmi!!!

    Allora, se ci si deve rimettere, meglio metterli sotto il classico “mattone” ?
    Non potrebbe sembrare questo un “furto” legale?
    Vi sembra possibile un comportamento simile??
    Voi ne siete già al corrente ?
    Sarebbe il caso di chiarire con le Poste?
    Grazie

  2. DA un pò di tempo, anche Poste Italiane, hanno una cattiva fama, la mia domanda è: non sarà mica asceso ai vertici di questo ente qualche personaggio legato a doppio filo, ai partiti di governo?
    Se fosse cosi, ATTENZIONE! SI SALVI CHI PUO’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.