“Truffe alle anziane, un’altra forma di violenza contro le donne”. L’intervento di Adico durante la maratona organizzata ieri dall’associazione culturale MestreMia

Ieri si è celebrata la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. La nostra associazione è stata invitata alla “maratona” organizzata dall’associazione culturale MestreMia con la quale collaboriamo da tempo. Ecco di seguito l’intervento del nostro presidente Carlo Garofolini incentrata sulle truffe nei confronti delle donne anziane, soprattutto ultraottantenni. Anche questa, per noi, è una gravissima forma di violenza.  

Condannare la violenza sulle donne e combatterla soprattutto con mezzi e argomentazioni culturali è a dir poco necessario e per certi versi scontato.

Come associazione dei consumatori vogliamo stigmatizzare una forma di violenza con la quale ci confrontiamo quotidianamente e che riguarda una categoria particolarmente fragile rappresentata dalle donne anziane.

Stiamo parlando in particolare delle anziane ultraottantenni, molto spesso alle prese con forme di non autosufficienza totale o parziale che le rende ancora più vulnerabili.

Le ultraottantenni, com’è noto, sono in numero esponenzialmente più elevato rispetto agli uomini. Basti pensare che gli over 80 in Veneto sono poco meno di 360 mila di cui 227 mila donne (il 63%)

Non solo: fra i 360 mila over 80 veneti, 217 mila vivono soli e fra questi l’83,3% è donna.

A ciò aggiungiamo che sempre in Veneto i pensionati maschi portano a casa circa 996 euro lordi mensili, mentre le pensionate devono accontentarsi di un “assegno” medio inferiore ai 560 euro, 398 euro in meno dei “colleghi” maschi.

Cosa significa tutto questo? Che abbiamo una grande fetta di anziane che vivono sole e con una pensione da fame.

E’ aberrante ed è pura violenza, quindi, ciò’ che avviene quotidianamente nei loro confronti: ci riferiamo non solo alle truffe vere e proprie: la truffa dell’abbraccio, il finto amico del figlio e della figlia, il finto carabiniere, che in generale sono rivolte alle persone molto anziane.  Ma anche ai venditori porta a porta che con raggiri di ogni tipo strappano contratti non richiesti a questi soggetti fragili che, appunto, sono soprattutto donne perché la merce proposta – materassi, cuscini, elettrodomestici – è prettamente “femminile”.

Vogliamo condannare con forza il comportamento di queste persone senza scrupoli che commettono una vera e propria violenza nei confronti di anziane indifese.

Ecco, dopo aver parlato molto di violenza fisica, come associazione volevamo porre l’accento anche su questo aspetto che ci sembra di fondamentale importanza e che non finisce mai di indignarci.  

2 risposte

  1. Grazie semplicemente grazie. Sono una pensionata di 71 aanni e di violenze ce ne sono di ogni genere….Severità per chi approfitta di persone anziane, perchè fragili e come bambini. Aiutateci e DIO vi benedica…

    1. Salve signora, grazie intanto per il suo intervento. Per quanto è nella nostre possiilità faremo di tutto per tutelare i cittadini e in particolare le persone anziane (anche se lei a 71 anni non è ancora anziana!;))

      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *