UNICREDIT TAGLIA 18MILA E 200 DIPENDENTI IN EUROPA

Il nuovo piano di Unicredit al 2018 prevede 18.200 tagli di personale, includendo la vendita della controllata in Ucraina e la società paritetica con il Santander e i fondi sulla controllata del risparmio gestito Pioneer, due operazioni attraverso le quali usciranno dal perimetro aziendale 6mila dipendenti. Gli altri 12.200 lavoratori lasceranno il gruppo per effetto di razionalizzazioni nei centri direzionali (dove è previsto un calo del 17% rispetto alla forza lavoro 2014) e nella rete di banca commerciale in Germania, Austria e Italia e Centro Est Europa (-9%), così da portare la forza lavoro a 111mila dipendenti fra tre anni. In Italia gli esuberi, già concordati con le rappresentanze sindacali, dovrebbero riguardare circa 2.700 persone, non lontano da quanto comunicato l’anno scorso da Unicredit.

Anche per effetto delle riduzioni di personale (che comunque costeranno 1 miliardo al lordo delle imposte), l’istituto otterrà un contenimento dei costi per 1,6 miliardi di euro, e potrà rilanciare la redditività, con un obiettivo di utile netto a fine piano di 5,3 miliardi. Nel bilancio 2014 Unicredit ha guadagnato 2 miliardi.
L’azione a Piazza Affari ha allungato il passo dopo la diffusione delle linee guida del piano industriale. I titoli, che salivano di quasi il 2%, hanno accelerato mettendo a segno un +3% e superando la soglia dei 6 euro.

“Il piano prevede per il 2018 importanti obiettivi in termini di redditività e coefficienti patrimoniali, confermando la capacità del gruppo di generare capitale in modo organico e distribuire dividendi – ha detto l’amministratore delegato Federico Ghizzoni, al termine del cda -. E’ un piano rigoroso e serio e al tempo stesso ambizioso. Ma è soprattutto realistico, perchè si basa su azioni che dipendono dalle nostre scelte manageriali, ed è un piano totalmente autofinanziato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.