La truffa del finto sms a nome di Intesa San Paolo non si ferma. Oltre 40 i casi seguiti dall’Adico per un totale di circa 90 mila euro sottratti dai conti correnti

Oltre 40 pratiche per un controvalore di circa 90 mila euro. La truffa del finto sms a firma di Intesa San Paolo (ma anche, in numero minoritario, di altri Istituti di credito) sembra non avere limiti e confini. L’ufficio legale dell’Adico è ormai impegnato da settimane in questa difficile battaglia e sta seguendo correntisti che si sono visti sottrarre somme anche superiori ai 20 mila euro. “Ci chiamano da ogni parte d’Italia da Nord a Sud – conferma Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – Più di 40 persone hanno deciso di avviare tramite la nostra associazione una attività legale nei confronti della banca, mentre la settimana prima erano poco più della metà. Come ripetiamo da giorni, non è possibile che così tanti cittadini siano cadute nella trappola. Tutti ingenui e imprudenti? Io credo che la banca stessa si sia resa conto che esistono falle enormi nei propri sistemi di sicurezza”. Oltre alle pratiche aperte, ogni giorno Adico riceve segnalazioni tramite il sito o richieste di informazione telefoniche. “Le vittime delle truffe non hanno un identikit preciso – prosegue Garofolini -. Ci sono persone giovani e anziani, uomini e donne, perfino persone invalide o disabili. Non solo. Insomma, questi malviventi non guardano in faccia nessuno. E, solo contando i risparmiatori seguiti da noi, stiamo parlando di quasi 100 mila euro sottratti in modo fraudolento dai conti correnti. Soldi finiti in carte prepagate o in con ti correnti esteri. E pare proprio che il raggiro continui senza sosta visto che c’è gente che sta denunciando furti risalenti ai primi giorni di febbraio”.

Chiunque fosse rimasto vittima della truffa del finto sms può contattare la nostra segreterai allo 041-5349637 dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.

139 risposte

  1. Io sono stato colpito dalla truffa ieri alle 14.00 e sono stato allertato dal servizio carte solo alle 20.00 ca. (orario in cui il servizio 800303303 di Intesa San Paolo è chiuso, NON ESISTE UN SERVIZIO 24 SU 24?!?). Bloccate le carte non c’è stato modo di bloccare l’homebanking fino alle 22.00 quando un operatore, sempre del servizio carte, non potendo bloccare l’homebanking mi ha consigliato di inserire il PIN sbagliato fino al blocco del contratto. Questa mattina ho contattato alle 9.00 il 800303303 e mi hanno confermato il furto di ca. 1.000,00 euro dalle due carte e il blocco delle carte e dell’homebanking.
    Nessuno però del servizio 800303303 Intesa San Paolo mi sa dire se oltre ai ca. 1.000,00 euro che hanno ricaricato a Napoli, hanno anche eseguito dei bonifici dal conto corrente. Domani mattina mi recherò in filiale a scoprire quanto mi hanno rubato, ovviamente mi hanno mandato il primo SMS e i successivi dal numero di Intesa San Paolo. E’ assolutamente ridicolo che oltre all’evidente falla del sistema di sicurezza di Intesa San Paolo, non ci sia un servizio di blocco dell’homebanking e nessuno, oltre ai truffatori, che riescano dalla banca a darci indicazioni di come comportarci una volta subita la frode.
    Domani vi contatterò per raccontarvi a quanto ammonta il furto, speriamo si sia fermato a € 1.000,00 , comunque sono pronto a far valere i miei diritti di fronte ad una Banca che dovrà prendersi le sue responsabilità.

    Andrea

    1. Salve, certo attendiamo una sua chiamata. Il nostro numero è 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

      1. Buonasera
        come promesso vi racconto come prosegue questa disavventura con la banca Intesa San Paolo. Se la Banca si comporta in modo ridicolo difronte ad una truffa di tale portata, non è da meno la sua agenzia di Via San Donà a Mestre (VE) dove ho il mio conto corrente.
        Lunedì 08/02/2021, dopo aver passato due notti insonne, mi sono recato in filiale alle 07.45 cosciente dell’apertura delle 08.30 ma speranzoso che, visto il caso, mi avrebbero fatto entrare o mi avrebbero almeno rassicurato sull’importo residuo del mio conto corrente. Purtroppo alle 07.50 ca. il primo operatore entrato in banca, al quale ho fatto segni di richiesta di aiuto finchè “scocciato” si è avvicinato alla bussola in vetro d’entrata, nonostante lo avessi avvertito dell’urgente necessità mi ha lasciato ad attendere l’orario di apertura, andando tranquillamente a bere il caffè e a leggere il giornale…
        Solo alle 08.10 ca. un secondo operatore, questa volta molto gentile, contrariamente al precedente collega (rivelatosi poi il direttore, non commento), mi ha comunicato che i truffatori avevano rubato € 483,50 dalla carta di credito e € 480,00 dalla carta bancomat, inoltre avevano eseguito con il telefonino due prelievi di contanti da € 100,00 e due da € 20,00 il tutto è stato eseguito a Napoli.
        Dopo qualche ora mi ha contattato la mia family banker che, proprio quella mattina non si è capito se era in ritardo … comunque mi ha fissato un appuntamento per mercoledì 17/02/2021.
        Mercoledì 10/02/2021 scrivo una email alla mia family banker per sapere se poteva perlomeno sbloccarmi l’homebanking senza attendere il 17/02/2021 e li la nuova SORPRESA!!! Giovedì mattina 11/02/2021 mi chiama sempre la family banker e…. mi informa che a lei non risulta che l’home banking sia bloccato!!!!!! Capirete la mia gioia nel sapere che da domenica mattina quando il numero verde 800303303 mi confermava che l’homebanking era bloccata, dopo essere passato di persona in banca lunedì 08/02/2021, scopro che in filiale non si erano preoccupati di verificare se i truffatori stavano ancora “banchettando” dentro il mio homebanking.
        In urgenza “finalmente” mi hanno fissato un appuntamento alle 14.00 di giovedì pomeriggio, nella cui occasione mi hanno chiuso il precedente contratto home banking e aperto un nuovo contratto, confermandomi inoltre che la transazione della carta era stata prelevata dal conto corrente mentre per quella effettuata sulla carta di credito dovrò aspettare l’estratto della carta…
        Quando saranno confermati i prelievi fraudolenti mi dovrò recare in banca, con copia della denuncia ai Carabinieri, per richiedere il “disconoscimento” delle somme….e qui viene il bello….la mia cara family banker ci ha tenuto a precisare che poi “verrà valutata la possibilità di disconoscere le somme”, ovviamente prevedo la valutazione, visti i ridicoli precedenti della Banca Intesa San Paolo.
        Quando avrò acclarato tutto, se la risposta del rimborso sarà negativa, come ho già comunicato alla banca sarà un piacere per me unirmi alla vostra battaglia contro una Banca che non è degna di chiamarsi tale, non per la frode che sta subendo “inerme” ma per la sufficienza con cui tratta i suoi correntisti….P.S. ovviamente tutti i codici che mi sono arrivati difronte agli operatori della banca per accendere il nuovo servizio homebanking provenivano dall’SMS su cui mi scrivevano i truffatori….secondo loro quindi dato che “Banca Intesa non chiede mai i codici ai suoi correntisti…non avrei dovuto darglieli??’!!??”.
        Mi scuso della prolissità ma è un caso che una società seria come la vostra sta ben mettendo alla luce dei media ed è un piacere per me potervi riportare la mia esperienza sperando sia di aiuto a quei malcapitati che hanno perso somme molto più importanti della mia.
        Un cordiale saluto e i miei complimenti per il lavoro che state svolgendo per la collettività.

        Andrea

        1. La ringrazio tantissimo per la testimonianza, non è stato per nulla prolisso per queste vicende bisognerebbe scrivere un libro. Sappiamo che la banca in alcuni casi accredita i soldi per poi riprenderseli. Ora noi ci chiediamo: com’è possibile che così tanta gente sia cascata nel tranello? Tutti ingenui? Noi stiamo seguendo più di 50 pratiche per un controvalore di oltre 100 mila euro sottratti dai malviventi. Do certo non ci fermeremo qui e se vuole unirsi è il ben venuto. Ci può contattare allo 041-5349637 dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.
          Distinti saluti
          Gianluca Codognato
          uff. stampa Adico

          1. Salve signor Mirko, si consoli che è in buonissima numerosissima compagnia. SE vuole ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
            Distinti saluti
            Gianluca Codognato
            uff. stampa Adico

        2. ti ridanno i soldi e poi te li riprendono dopo 60 gg facendo finta di fare controlli. Standard. Successo anche a me con molto di piu’

          1. Salve, confermo che al disconoscimento delle operazioni la banca comunica che i soldi verranno rimessi nel conto per procedere a non meglio precisate verifiche. Regolarmente, poi, tali verifiche portano l’istituto a svuotare nuovamente il conto. Noi interveniamo infatti dopo queste fasi con buoni risultati che però, trattandosi di trattative fra privati, non possono essere pubblicizzati.
            Un saluto
            Gianluca Codognato
            uff. stampa Adico

      2. ADICO vi ho mandato un messaggio per essere contattata.
        Hi scritto una mail alla banca per informarla che tramite voi ho intenzione di avviare un’azione legale, in quanto siamo tantissimi contocorrentisti ad essere stati truffati e ad aver visto stornati i nostri soldi, e ripeto i NOSTRI SOLDI!Oltretutto, come può Intesa San Paolo far ricadere tutta la responsabilità sul cliente, quando ad essere stati truffati siamo stati in tantissimi!Siamo tutti ingenui????Non credo proprio!Innanzitutto voglio,.immediatamente, ricevere copia della motivazione da voi addotta!!!!
        In casi di pishing, Intesa San Paolo deve sapere che la giurisprudenza è incline a riconoscere il rimborso al correntista, salvo che il titolare del rapporto di conto corrente non abbia agito con dolo o con comportamenti talmente incauti da non poter essere fronteggiati in anticipo). Spiegatemi quali siano stati questo comportamenti incauti, quando sono 20 anni che sono cliente di questa banca e da oltre 10 opero con l’app e non ho MAI agito in maniera incauta! La Corte di Cassazione con l’ordinanza 12 aprile 2018, n. 9158 ha stabilito che in caso di phishing tramite l’home banking del Cliente, l’istituto di credito risponderebbe ai sensi dell’art. 2050 c.c., ovvero tramite una sorta di responsabilità oggettiva nell’esercizio di attività pericolose. L’istituto di credito non solo dovrà dimostrare di aver adottato tutte le misure utili ad evitare il danno, ma deve altresì provare che il correntista sia stato talmente incauto o abbia tenuto dei comportamenti tali da non consentire alla banca di poter fronteggiare la situazione. All’istituto di credito è inoltre richiesto, come parametro, quello dell’accorto banchiere.
        In primis vi denuncio per falla nel vostro sistema di sicurezza e per frode, in quanto come ben sapete non sono l’unica ad essere stata truffata e poi chiuderò il mio conto corrente presso di voi.
        Illuminatemi in merito!

        1. Salve signora, io naturalmente sono totalmente d’accordo con lei. Ci contatti allo 041-5349637, siamo aperti dal lunedì al venerdì conm orario 9-13 ed 15-19. La segreteria la informerà su tutto e così potrà decidere se affidarsi o meno a noi.
          Intanto le auguro una buona serata.
          Distinti saluti
          Gianluca Codognato
          uff. stampa Adico

    2. Sarebbe stato sufficiente entrare nell’home banking e cambiare PIN e domande di sicurezza. Quando si variano questi dati tutte le operazioni dispositive vengono bloccate per quattro giorni.

      1. Salve, se vuole ci contatti allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19). Gianluca Codognato – uff. stampa Adico

  2. Il giorno 8 febbraio 2021 alle ore 16:29 ricevo UN MESSAGGIO DALLO STESSO NUMERO (sempre il numero di Intesa San Paolo) con scritto: Gruppo ISP nuovo certificato clicca qui Il link bit.ly/lSPCertificato
    Cliccando sul link si è aperta una schermata uguale, identica, a quella del sito di intesa San Paolo dove dovevo reinserire il Codice Titolare, la Password ed il numero di telefono.
    Dopo pochi minuti ricevo una chiamata del numero 011-5551 (PER LA PRECISIONE A QUESTO NUMERO TUTT’ORA CORRISPONDE IL CENTRALINO DI INTESA SAN PAOLO SEDE DI TORINO), l’operatore presentandosi come operatore di Intesa San Paolo, mi disse che avrei ricevuto dei messaggi per proseguire all’aggiornamento del sistema. Così fu e dopo circa 15 minuti mi hanno salutato e hanno chiuso la chiamata.

    Solo oggi 22 febbraio 2021 mi sono accorta di essere stata TRUFFATA, mi ha telefonato un operatore di Sara Vita dicendomi che c’era una insufficienza di fondi sul mio conto corrente, ho controllato e mi sono accorta che c’era qualcosa di anomalo: non riuscivo più ad accedere all’internet banking.
    Ho chiamato la filiale di Termoli Intesa San Paolo ed hanno verificato che sono stati prelevati nella data del’8 febbraio 2021, con due operazioni Prelievo Cardless presso abi 3069- ATM 6404, prima 980,00 euro e poi 2000,00 euro per un totale di 2980,00 euro.
    Mi chiedo come mai la banca abbia attivato un servizio Cardless sul mio conto corrente, da me MAI richiesto e con dei MASSIMALI MOLTO ELEVATI visto che i truffatori sono riusciti e prelevare nella stessa giornata dell’8 febbraio 2980,00 euro da uno sportello della Banca intesa San Paolo. Per il servizio Cardless avrei come minimo dovuto firmare qualcosa in filiale!

    1. Salve, purtroppo conosciamo benissimo la truffa. Abbiamo aperto circa una 70ina di pratiche di correntisti provenienti da tutta Italia. Deve fare subito denuncia alle Forze dell’Ordine e il disconoscimento dell’operazione alla banca. SE vuole ci contatti allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  3. Buonasera, in data 23 febbraio 2021 mi sono stati sottratti 10 mila euro dal mio conto Intesa san paolo a seguito di un sms proveniente dal numero ufficiale dell’ istituto di credito che si è accodato a tutti gli altri messaggi provenienti dalla banca e che avevo conservato. La sms conteneva la seguente dicitura: ”IN SEGUITO A TENTATIVI DI ACCESSO ANOMALI AL TUO CONTO INTESA CLICCA SUL SEGUENTE LINK PER CONFERMARE I TUOI DATI” .In un momento di estrema stanchezza, a fine giornata lavorativa, cliccavo e venivo indirizzata verso una pagina web identica all’internet banking di Intesa San Paolo dove mi si richiedeva di inserire i miei dati, quali codice titolare e pin. Ricevo immediatamente una telefonata da un uomo che si presenta come operatore del servizio Antifrode Intesa San Paolo, il quale mi chiedeva informazioni in merito ad alcuni acquisti a Lugano (Svizzera), rispondendo negativamente in merito a questi acquisti costui mi diceva che erano stati rilevati accessi anomali al mio conto e quindi era necessario seguire le sue istruzioni per modificare i miei dati di accesso. A quel punto mi avvisava che avrebbe avuto accesso in remoto al mio telefono cellulare attraverso la app Intesa San Paolo, dalla quale sarebbe riuscito a rimettere in sicurezza il mio conto attraverso uno storno che avrebbe richiesto alcuni passaggi. Ad ogni passaggio, mi chiedeva di dettargli un codice inviatomi per sms, sempre dal numero ufficiale, GRUPPO ISP. Nel fornire tale codice di sei cifre mi disse di essere estremamente veloce e di non aprire l’SMS bensì di leggere direttamente queste cifre riportate al fondo del messaggio mostrate dall’anteprima del mio smartphone. Solo dopo aver chiuso la telefonata, mi resi conto che i messaggi contenevano l’autorizzazione alle ricariche a favore di diversi prestanome. Non ho potuto soffermarmi prima sul testo dell’SMS con accuratezza non per mia mancanza, ma poiché allarmata dal tentativo di truffa e dalla pressione alla tempestività dell’operatore telefonico.
    Ho perso 10 mila euro, sono affranta. Ho provveduto a denunciare ai carabinieri e farò il disconoscimento delle operazioni presso la banca ma ho tanta paura di aver perso tutto.

    1. SAlve, grazie per la sua testimonianza che in effetti ricalca in pieno quelle che stiamo seguendo (circa 70 casi da tutta Italia con persone di ogni tipo, età, genere, estrazione sociale, anche dipendenti di banca, addirittura l’ex sindaco di un comune veneziano). Per prima cosa, comunque, faccia subito la denuncia e il disconoscimento dell’operazione. E’ l’azione più urgente. Poi se vuole ci contatti allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19) la segreteria le spiegherà come stiamo agendo e lei potrà decidere se affidarsi o meno a noi. Abbiamo fiducia, siete davvero in tanti e credo che la banca dovrà ammettere l’esistenza di una falla nei propri sistema di sicurezza.
      Intanto le auguro, per quanto possibile, una buona serata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

    2. Salve anche io sono stata truffata ero in attesa di un nuovo bancomat richiesto davanti alla mia banca in app mobile intesa così si faceva prima mi ha detto che mi arrivava a casa dopo una settimana …dopo 15 giorni che non è mai arrivato e vedevo in app stato spedito mi ha tel un un’operatore dicendo che era del intesa aveva il mio bancomat con tutti i miei codici clienti mi ha seguito in app x attivarlo mi ha chiesto il pin dicendo che dopo lo potevo cambiare una volta attivato sempre in app mi arrivavano mes gruppo …intesa…che configuravo il tel invece del mio hanno messo un altro e a napoli hanno fatto 3 prelievi da 1000 euro e ricaricati 4 Postepay mi hanno anche preso la pensione di mia madre che io ho delega facendo un bonifico sul mio conto …anche il fido si sono presi….la banca dice che io ho dato il mio pin personale e non mi paga …vedremo ho fatto denuncia

      1. Salve, diciamo che in linea di massima il modo di operare dei malfattori è sempre quello. Ci tenga aggiornati, noi vi aggiorneremo sempre tramite il sito. Se ha bisogno ci chiami allo 041-5349637 (dal lunedì alo venerdì con orario9 9-13 e 15-19).
        Distinti saluti
        Gianluca Codognato
        uff. stampa Adico

      2. Scusami Stefania,
        a me è successa la stessa cosa. Io aspettavo il bancomat che non è mai arrivato . ho ricevuto una telefonata per definire la consegna e mi chiedevano di mandare un messaggio con un codice che mi avevano mandato (non era il pin ). A questo punto è arrivato il messaggio della banca con il pin (che non ho dato ) . I malfattori mi hanno poi chiesto il codice cliente che per fortuna non ho dato altrimenti mi avrebbero svuotato il conto. Morale della favola: tramite bancomat prelievo di 1000 euro + 1500 euro di ricariche carte postepay.
        Ora cosa conviene fare? denuncia o ricorrere all’Arbitro Bancario Finanziario?
        Tu cosa hai fatto ?

  4. Buonasera,
    Pure io sono di Padova, il 19 febbraio sono stata truffata con SMS gruppo intesa. Premetto e insisto che non è un logo fasullo, ma è proprio la messaggistica di Intesa , tanto è che ci sono messaggi misti dei truffatori e della banca . Secondo loro io avrei dovuto stare attenta a non cliccare il link, non loro a preoccuparsi che la loro messaggistica è clonata . Comunque il messaggio mi dice “carta bloccata per movimenti poco sicuri ecc ecc” vengo subito chiamata da un operatore che mi fa disinstallare la app, premetto che prima di cliccare la mia app era bloccata per quello ho cliccato il messaggio . La truffa telefonica è durata mezz’ora perché mio cellulare era molto lento , io non ho mai dettato codici credo li prendessero da remoto essendosi collegati in rete al mio dispositivo . Poi mi richiamano il 26 per sistemare la messaggistica in apk(??) e quella sera hanno prelevato 900 euro in cardless ( mai usato da me), con la carta 500 euro in bit coint. Poi due bonifici di 1400 e 900 euro che per fortuna non sono andati a buon fine perché il conto era vuoto . Ho bloccato tutto e fatto la denuncia, il carabiniere mi ha detto che tanto non serve a niente i soldi sono persi . Quindi la gente può rubare migliaia di euro impunita? Mah
    La banca fa la sufficiente come se io fossi una povera sprovveduta, martedì ho il disconoscimento, vedremo che succederà. Tra l’altro come il Sig. Andrea quando la banca mi ha attivato nuovo home banking ( che forse non installero’ più ) , mi è arrivato il codice dietro quello dei truffatori! Poi chiudo, ieri mi arriva altro SMS di truffa . Ci rendiamo conto? ??? Messaggio truffa messaggio banca messaggio truffa messaggio banca . Una follia. Grazie per lo sfogo e vi aggiornerò sicuramente . Saluti
    Simona

    1. Grazie signora Simona, testimonianza molto importante. Spero però che abbia fatto comunque la denuncia perché è necessaria per richiedere il disconoscimento dell’operazione. Se vuole può anche contattarci allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Un cordiale saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  5. Vi scrivo la mia esperienza negativa con INTESA SAN PAOLO esperienza di cui non avevo mai sentito parlare finora .ebbene il giorno 8 febbraio 2021 mentre ero al lavoro ( ho una piccola ditta individuale insieme a mia moglie ) nel primo pomeriggio ( saranno state circa le 15,30/16 )in un momento diciamo di relax vado ad aprire il telefono e con grande sorpresa lo trovo quasi completamente oscurato ( display nero ) e quindi impossibilitato ad intereagire con lo stesso sia in entrata che in uscita ( in pratica se avessi dovuto fare o ricevere una telefonata non l’avrei potuta fare ,stesso discorsco per messaggi ,wathsapp , semplicemente qualsiasi cosa mi sarebbe stata impedita ). il telefono era stato acquistato da poco e quindi la prima cosa che mi viene pensata e’ stata ” ha durato parecchio “.lo porto quindi in assistenza nel quale mi viene detto del guasto molto strano e fra le ipotesi piu’ probabili c’e’ quella di un virus o qualcosa di simile entrato nel telefono . nel frattempo in attesa della riparazione ne acquisto un altro e la sera dopo vado a rimettere i miei contatti telefonici ,altre varie cose e le mie poche app che avevo su quello precedente tra cui quella di INTESA SAN PAOLO . vado ad aprirla e con grande mia incredulita’ e direi disperazione mi ritrovo il conto corrente quasi completamente svuotato . vado a vedere nei movimenti e mi ritrovo 2 bonifici ,1 da 12000 euro e uno da 14500 euro , fatti a un certo EVALDAS STANKEVICIUS del quale tuttora non so neanche se sia uomo o donna . mi ritengo un discreto conoscitore di queste truffe online ( pishing ) fatte attraverso false pagine web che ti inducono a fornire dati , attraverso falsi SMS .false telefonate , falsi link e via discorrendo .Di conseguenza molto piu’ che attento a non cadere in questi tipo di truffe e quindi mai e poi mai avrei fornito i miei dati rispondendo ad email fantasma ,sms , chiamate vocali o quant’altro di sospetto ne’ quel giorno ne in quelli precedenti ( e di questo che sto dicendo ,detto anche nel verbale delle forze dell’ordine , me ne assumo la totale responsabilita’ consapevole delle pesantissime conseguenze che potrebbero derivare qualora venisse provato il contrario ). ho fatto come gia’ detto la denuncia presso le foze dell’ordine e il disconoscimento delle operazioni presso la mia filiale ma la la banca dopo avermi riaccreditato l’importo dei 2 bonifici dopo 2 giorni se l’e’ ripresi comunicandomi che la banca non ha la minima responsabilita’ di quanto accaduto .

    1. Salve signor Antonello, ammetto che il suo è un caso differente rispetto a quelli che stiamo seguendo, i quali non hanno subito alcun oscuramento del cellulare. La sua è una testimonianza che piò tornarci molto utile, se poi vuole contattarci per sapere come come ci muoviamo nell’ambito di questa vicenda, può farlo allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 de 15-19).
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

    2. Salve a tutti, mi ritrovo a leggere quasi tutte le sere questo tipo di argomento…la mia è la stessa situazione del sig. Antonello… dopo l’oscuramento del telefono per un po’ di ore, tramite un bonifico istantaneo fatto in Finlandia, ho perso 12.000 euro. Dico perso perché la banca non intende restituire la somma, ho dovuto mettere un avvocato e intanto chiesto il parere all’Abf…

      1. Salve, anche noi presenteremo nelle prossime settimane una istanza all’Arbitro. Noi siamo convinti che la banca abbia grandi responsabilità e i nostro legali, come mi auguro tutti gli altri, faremo emergere in modo inattaccabile questo dato. Se non è un problema ci tenga aggiornati sugli esiti di eventuale azioni, per cortesia.
        Le auguro intanto un lieto pomeriggio.
        Gianluca Codognato
        uff, stampa Adico

  6. Salve oggi alle 12.45 mi arriva un SMS da Gruppo ISP con il seguente testo:

    ALERT! Un dispositivo non autorizzato risulta connesso al suo conto se disconosce tale accesso clicca sul link: http://www.gestione-dispositivi.com

    Seguo il link, inserisco i dati senza dubitare minimamente, dopodiché mi arriva una telefonata da

    Subito dopo ricevo una telefonata da +3901118838373 nella quale un operatore mi istruisce su come sventare un tentativo di frode.

    Chiamo la mia filiale, e dopo circa un ora il direttore si accorge della truffa e mi blocca carte ed accesso del conto.

    In breve mi hanno sottratto 2800 euro da un conto e 850 da un altro conto associato.

    Denuncia fatta il giorno stesso.

    1. Salve, direi che la modalità è sempre la stessa. Dopo la denuncia bisogna subito presentare alla banca il disconoscimento delle operazioni. Se ha bisogno di assistenza contatti pure la nostra segreteria così avrà modo di vedere come ci muoviamo e potrà decidere se affidarsi o meno a noi.
      Il nostro telefono è 041-5349637 ci può contattare dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  7. Sono anchio un cliente intesa san paolo truffato con il metodo del finto sms e poi telefonata il tutto usando i canali ufficiali della banca ( sms e telefono) ho fatto oggi il disconoscimento e adesso attendo gli sviluppi … ma leggendo i vari commenti non sono per niente fiducioso di ottenere il rimborso, in totale ci hanno rubato 6600 Euro dal conto .
    corrente…
    Vi terrò infornati e nel caso mi uniro’ al gruppo dei truffati
    Cordiali saluti
    Sandro
    Vedelago tv

    1. Salve signor Sandro, purtroppo la gente ci scrive quotidianamente per questa truffa. Pensi che ormai seguiamo più di cento persone. La ringrazio molto se ci tiene aggiornati naturalmente anche noi lo faremo tramite i nostri canali (sito, facebook, istagram). So che non sarà una battaglia facile ma faremo di tutto per vincerla utilizzando il doppio canale: mediatico e legale. Se ha bisogno di informazioni su come ci stiamo muovendo ci contatti pure allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

    2. BUONASERA, TRUFFATA ANCHE IO CON SMS PER 4900 EURO .
      FATTO OGGI DENUNCIA E DISCONOSCIMENTO. CHIEDO, SE APPENA MI RIMBORSANO E CHIUDO IL CONTO O LASCIO APPENA QUALCHE EURO POTREBBE ESSERE UNA SOLUZIONE ALLA RIPRESA DEI SOLDI DA PARTE DELLA BANCA’
      GRAZIE.

      1. Buonasera signora, temo che la banca si tuteli impedendo la movimentazione dell’importo sottratto dai truffatori nel periodo della verifica. Però tentar non nuoce ma credo che non ci siano molte possibilità sotto questo aspetto se no lo avrebbero utilizzato tutti. Intanto le auguro una buona serata.

        Gianluca Codognato
        uff. stampa Adico

  8. Buonasera ,
    Premetto che NON sono correntista san paolo ma ho ricevuto ugualmente L sms…. chiaramente non avendo dati da inserire non subito la sorte degli sventurati qui sopra ma mi chiedo : non è possibile chiedere agli operatori come Wind (nel mio caso) o anche tim ,Vodafone, ecc , di poter risalire da chi parte L sms? Io non mi intendo di informatica ma magari gente più preparata di me ne sarebbe capace …
    Non so se qualcuno ci abbia già pensato , era per condividere un mio pensiero (e solidarizzare )
    Saluti
    Alessio cuoghi

    1. Salve signor Alessio, tenga conto che tutti i truffati presentano la denuncia alle Forze dell’Ordine, molto spesso anche alla Polizia Postale che comunque riceve anche le denunce presentate a Carabinieri, Polizia o Gdf. Proprio la Postale ha competenze in materia informatica avanzata quindi credo proprio che abbiano effettuato tutte le relative verifiche per cercare di individuare i malviventi. Malviventi che, me lo lasci dire, devono essere altrettanto esperti di informatica visto l’articolato e ingegnoso stratagemma che hanno messo in atto per raggirare i correntisti di Intesa (e anche di altre realtà come le Poste). Quindi credo che sul fronte che suggeriva lei già siano state avviate le necessarie verifiche. Intanto grazie della solidarietà e siamo convinti che la banca riconoscerà le proprie responsabilità.
      Le auguro intanto una buona giornata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

    2. La provenienza di sms é tracciabile da operatore e da forze dell’ordine che possono richiedere ad operatore ma non é visibile da utente finale. L’utente finale può però vedere dove é situato il server con la finta schermata di Sanpaolo. Cerca in rete il servizio nslookup.. Puoi ricavare indirizzo IP e chi ha registrato il dominio del link che ti hanno mandato via sms.. Ma immagino ci siano dati fasulli

  9. Sono stata truffata da un messaggio che è arrivato dalla chat ufficiale della Banca ISP. Sono stata contattata da un operatore (da prefisso 011, esattamente come ISP) che mi segnalava acquisti anomali su Amazon. Mi ha detto di aver bloccato le carte e l’home banking. Mi ha dato l’appuntamento in filiale, visto che sono in zona rossa. Mi ha dato appuntamento telefonico per lunedì per riconfigurare l’home banking. Ieri mi ha chiamato ISP dicendomi che non era bloccato niente e che avevano speso 1.900€ da Louis Vuitton, 1.649€ e 1.349€ da Unieuro Forlì e 1.300€ circa da Samsung. Ho bloccato tutto. Fortunatamente non hanno fatto bonifici. Domani andrò in Questura e in filiale. No comment. Grazie.

  10. Però questo scandalo deve finire. Se non mi riconosceranno il rimborso (sono un utente abbastanza avanzato, ma mi hanno colto in un momento di stanchezza -venerdì sera, dopo una settimana dura di lavoro- e sono andata in panico. Tra l’altro, il fatto che l’sms fosse in coda a quelli ufficiali di ISP, mi ha confusa) andrò’ fino in Cassazione. E chiedero’ pure il risarcimento del danno (ci sono sentenze della Cassazione favorevoli dal 2018 in avanti). La mia solidarietà a chi ha vissuto questa esperienza comunque umiliante (non per colpa nostra) e destabilizzante.

    1. Grazie mille per la solidarietà e ci tenga aggiornati su eventuali azioni giudiziarie. Più informazioni condividiamo e più possibilità abbiamo per uscirne vincitori.
      Le auguro intanto una buona giornata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

      1. Buonasera, anche io ho subito una truffa analoga ma con modus operandi differente. Telefonata di assistenza per disinstallare l’app e poi ricezione via sms di un codice che ho dovuto fornire loro. Conoscevano sicuramente già i miei dati perché me li hanno estessamente letti tutti e fatti solo confermare. Anche a me per un momento il telefono ha lampeggiato come quando ci si connette da remoto. Ci hanno sottratto alcune migliaia di euro attraverso MAV eseguito verso un conto corrente di una posta privata. 24h dopo la banca ci contattava per verificare il movimento, purtroppo il pagamento era già partito. Fatta subito denuncia su loro consiglio e pratica di disconoscimento. Ho inoltre sporto reclamo via pec per il comportamento dell’impiegato che ci ha seguiti per la pratica di disconoscimento, il quale invece di dispiacersi e rassicurarci che avrebbero fatto tutto il possibile per aiutarci, ha continuato ad accusarmi ripetutamente di incauta custodia delle credenziali oltre a rispondere alla mia domanda su come fosse potuto succedere” trattandoci come degli imbecilli e sostenendo che “ne avevano parlato persino in TV nella nota trasmissione Mediaset”. L’anomalia ulteriore è che il denaro sottratto ci era appena stato accreditato da un mese circa dall’INPS ed era il TFR di un mio contratto di lavoro concluso. Da tempo su quel conto giravano pochissimi soldi, è curioso che abbiano attaccato così a colpo sicuro. La nostra sensazione è che il conto fosse monitorato da tempo. Nel nostro caso l’Istituto di credito ha però riaccreditato la somma e dopo poche settimane ci ha confermato che, nonostante avessero verificato la loro estraneità, il nostro riaccredito era da ritenersi definitivo. Saremo tenuti a restituire la somma qualora le forze dell’ordine riuscissero ad incastrare i truffatori e recuperare il maltolto. Siamo rimasti stupiti della velocità della risoluzione della nostra problematica, sono stata molto determinata e risoluta nelle mie comunicazioni ma non creso sia stato solo merito del mio caratteraccio. Vi contatterò per raccontarvi in maniera più approfondita la vicenda. Grazie per il vostro lavoro e per tutte le storie condivise. È stata davvero una esperienza orribile, ci sto male ancora adesso che è finita. Non ho più l’app in questione ed oltre all’antivirus ho installato un programma di password management protetto. Anche se mi chiamasse il supermegadirettoregenerale della Banca prima di pronunciare alcunché mi farò dare appuntamento in filiale, altro che smartworking!

        1. Salve signora, grazie per il racconto e ci contatti quando vuole (041-5349637 dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19). SE le hanno riaccreditato tutto e non se lo sono ripreso, significa che dalle verifiche è emerso che voi non avevate colpe. Molto meglio così. Anche noi per una decina di soci abbiamo recuperato l’intero importo in quanto la banca ha riconosciuto le proprie responsabilità e leggerezze.
          La auguro intanto una buona serata e molte grazie per i COMPLIMENTI, sempre graditissimi!!!
          Distinti saluti
          Gianluca Codognato
          uff. stampa Adico

  11. Buongiorno,
    Anche io vittima della truffa Intesa San Paolo tramite sms sotto il gruppo Intesa che diceva di aver intercettato una truffa sul conto e di cliccare sul link fornito (realistico) per essere richiamati. Il link non collegava ad una pagina Intesa bensì ad una pagina che diceva che di li a poco sarei stata richiamata per risolvere il problema. Non ho mai fornito codici o password. La truffa consiste in tre bonifici, due da 20.000 e una da 15.000
    Riesco a bloccarne uno da 20.000 gli altri sono andati. Faccio denuncia e il disconoscimento delle operazioni. Mi vengono riaccreditati gli importi per poi essere regolarmente stornati. Il totale delle perdite ammonta a 35.000
    Mi chiedo come sia possibile che la banca non sia in nessun modo responsabile delle sue falle se così tanti ci sono cascati
    Grazie
    Elisa

    1. Salve signora Elisa, è la stessa domanda che ci poniamo noi ma anche la risposta è sempre la stessa: no, non è possibile. Noi abbiamo aperto circa 150 pratiche ma la gente ci contatta di continuo. Fra i truffati che seguiamo abbiamo di tutto: studenti, bancari, ex sindaci, professionisti. Significa quindi che la truffa riesce a raggirare tutti e, allo stato attuale, Intesa non ha fatto nulla per fermarla. Se vuole ci contati allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9.13 e 15-19) così la segreteria le spiegherà come ci stiamo muovendo e potrà così decidere se affidarsi o meno a noi.
      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  12. Sono andata in banca per avere la lista movimenti da portare in Questura. Sono rimasti stupefatti dalla precisione della truffa. E mi hanno fatto capire che ce ne sono parecchie di queste situazioni. In una piccola filiale, tra l’altro. La polizia mi ha rassicurato ma io non sono così convinta. Vi terrò aggiornati. Cordiali saluti.

    1. SAlve, ogni comunicazione, notizia, testimonianza torna sempre molto utile. Grazie mille se vuole ci contatti anche allo 041-5349637 (lun-ve. 9-13 1 15-19) così possiamo confrontarci anche in relazione a ciò che le hanno comunicato. Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  13. Buonasera, copio e incollo la mail che ho inviato oggi all’assistenza reclami Sanpaolo. Buongiorno,
    sono una vostra cliente, titolare del c/c *** presso la filiale di Intesa Sanpaolo di Chieri (in origine Baldissero Torinese, poi Andezeno…)
    Vi scrivo per il bene di tutti i cittadini che Vi affidano i loro beni contando sulla vostra tutela.
    Sabato 20 marzo 2021 effettuavo fisicamente un pagamento con il bancomat presso un negozio di Chieri dove risiedo.
    Dopo un paio d’ore ricevevo dalla messaggistica Gruppo ISP( la stessa in cui ricevo codici per le operazioni, codici di sicurezza, sms che mi avvisano di fare attenzione alle frodi!!!) un sms in cui si rileva che un nuovo dispositivo ha avuto accesso al mio conto e mi chiede di cliccare sul link che segue per verificare che non sia stata io ad accedere. Avendo appena effettuato un pagamento, mi premuro di cliccare per verificare che effettivamente a seguito del mio pagamento Pos non mi sia stata clonata la carta. Il link mi riporta al mio conto online dove accedo per le debite verifiche. Non faccio in tempo a entrare nel conto perchè ricevo in tempo reale una telefonata sul mio cellulare da un uomo che si presenta come operatore di Intesa Sanpaolo che mi elenca una serie di prelevamenti dal mio conto e mi chiede se sono stata io a effettuarli. Potete immaginare lo stato d’animo di quel momento ( il totale dei prelievi ammontava a € 2700,00), mentre il presunto vs. collega mi rassicurava dicendomi che aveva provveduto a bloccare le carte e mi raccomandava di recarmi presso la filiale di Chieri o Baldissero a mia scelta il lunedì 22 seguente.
    Conclusa la telefonata, preoccupata e dubitando che le mie carte non fossero state bloccate, provvedevo a chiamare il vs. numero verde per sincerarmene Due ore fra dischi, linee che cadevano, numeri con il prefisso 02 che mi richiamavano, tanto da non capire più se stessi parlando davvero con un vs. operatore o con un hacker come presto avevo intuito fosse l’autore della chiamata precedente, per concludere io stessa il blocco delle carte e del conto online. Dopodichè correvo in Questura dove i Carabinieri mi informavano sulle pratiche che avrei dovuto svolgere per chiedere la restituzione del denaro che mi era stato sottratto: avrei dovuto procurarmi un estratto conto dettagliato dei movimenti, la copia dell’sms del Gruppo ISP a cui sarebbe seguita la denuncia presso di Loro e il disconoscimento dei movimenti.
    Ho passato ore in filiale, sono andata due volte in Questura con i movimenti stampati che non erano mai sufficientemente dettagliati, ho speso tempo, energie, comprensione , pazienza..
    Ieri, lunedì 29/3, avrei dovuto concludere le pratiche: appuntamento in banca , finalmente denuncia e di nuovo in banca per il disconoscimento. Ma.
    Il maresciallo, ormai riconoscendomi e comprensivo, ha accettato di ricevere la mia denuncia nonostante i movimenti non fossero dettagliati esattamente come la volta precedente, non si capisce che tipo di movimenti siano, “forse” pagamenti online a detta delle impiegate di cui ho collezionato biglietti da visita. ma soprattutto, tornata in banca per il disconoscimento, l’ennesima impiegata non è stata in grado di concludere la pratica, mi richiamerà dopo aver chiesto “aiuto”.
    Tutto questo premesso, più volte mi è stato detto dalle suddette impiegate che la vostra banca generalmente opera in questo modo: accetta il disconoscimento, restituisce il maltolto e dopo poco tempo lo preleva nuovamente dal conto del cliente vittima della frode adducendo come causa che la responsabilità di aver fornito i codici di accesso sia del cliente stesso.
    Sì, abbiamo a che fare con geni criminali, sì, nonostante siamo attentissimi a non cadere in questi tranelli ci può capitare in un momento particolare ( io, per esempio avevo appena effettuato un pagamento in un negozio dove non mi ero mai recata), sì, siamo ingenui. Ma noi vi mandiamo sms in cui vi mettiamo in guardia rispetto alle frodi, è stata la risposta delle vostre impiegate. La mia replica? Se un ladro ti avvisa che ti deruberà e poi ti deruba, non ha responsabilità? Se prendo in consegna i tuoi beni e mi offro, a pagamento peraltro, di tenerteli in custodia a casa mia e poi lascio la porta aperta e qualcuno entra e li prende, non sono responsabile? Mi sento doppiamente derubata, dei miei beni materiali e della fiducia che ripongo in chi ne dovrebbe avere cura.
    Avete un grosso problema, lo capisco, e non solo voi.
    I sistemi di messaggistica, i sistemi informatici sono pieni di falle, chiunque può entrare e violare voi e i vostri clienti.
    Ma siete voi, è la banca, che deve provvedere a che ciò non accada, che deve risolvere questo grosso problema. In caso contrario, è assolutamente responsabile, secondo la logica è addirittura complice di questi crimini.
    C’è chi ha solo quello che vi affida, e di voi si fida. e voi rispondete: ma noi vi avevamo avvisato????E non siete in grado di seguirli nelle pratiche che seguono la frode che avete permesso?
    Bene, oggi, martedì 30/3 alle ore 13,30 l’ultima impiegata non mi ha ancora contattata per il disconoscimento, non avrà ancora ricevuto “aiuto”. E io sono in ansia. Altro che disconoscimento, qui si parla di danni materiali e morali.
    Intesa Sanpaolo, una mano sulla coscienza e una ai vostri sistemi di sicurezza. per il bene di tutti noi.
    Distinti saluti
    Donatella Capurso

    1. Grazie signora,
      so che ha già parlato con la segreteria quindi sa come ci muoviamo e sa altresì che la truffa, più o meno, è sempre la stessa. Le assicuro che avendo già 150 soci, di tutte le età, i generi, le professioni, faremo tutto ciò che è in nostro possesso per ottenere giustizia.
      Intanto le auguro una buona giornata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  14. Buongiorno,anche a me 5 minuti fa é arrivato un SMS di Intesa.. non sono loro correntista,non l’ho aperto. In verità mi sono arrivate anche mail sia con il loro logo e sia di Unicredit. Ora,il mio compagno e i miei genitori sono clienti di Intesa,li ho avvertiti della situazione,e di non rispondere ne di dare credito a ciò che riporta il messaggio. Che dire, possibile non si possa fare niente per fermare questa truffa che va avanti da almeno 2 anni? Sono solidale con chiunque abbia subito questo sopruso,e resto dell’idea che i nostri sudati soldi é meglio tenerli sotto il materasso!! Spero che riusciate a ottenere giustizia per tutti!!

    1. Grazie signora per il sostegno e fa benissimo a allertare eventuali correntisti di Intesa suoi conoscenti/familiari. Le assicuro che noi faremo l’impossibile per portare a casa un risultato in questa difficilissima battaglia.
      Naturalmente vi aggiorneremo su tutto.
      Le auguro intanto una buona serata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  15. Ho controllato.. il messaggio proviene dal numero 334 7313402 può essere utile? O devo recarmi a far denuncia?

    1. Salve, intanto grazie mille per l’informazione. La denuncia bisogna farla “obbligatoriamente” perché senza di essa non si può chiedere il disconoscimento dell’operazione in banca. Naturalmente nell’ambito della denuncia conviene anche fornire il numero di cellulare dal quale l’hanno contattata.
      Intanto le auguro una buona giornata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  16. Buongiorno,
    mi accodo al gruppo dei truffati. Unica differenza quando ho ricevuto gli sms e la successiva telefonata in cui mi si chiedevano insistentemente i codici , non li ho forniti memore del racconto di una conoscente truffata in modo simile mesi fa. Ciò nonostante non sentendomi serena ho contattato la banca per spiegare quanto successo e per chiedere se fosse possibile controllare che i mie dati non fossero stati violati e che non ci fossero problemi. Risposta: se non ha fornito i codici può stare tranquilla. Così tranquilla che oggi mi ritrovo il conto prosciugato e l’ home banking bloccato. Ho chiesto se non era meglio bloccare la app prima vista la mia segnalazione e l’evidente falla nei controlli ma hanno chiosato. Così ho perso soldi, una mattina di lavoro tra sportelli vari e non mi sento più neppure tranquilla ad attivare nuovamente il servizio. Ho deciso di affidarmi a voi, ho già avuto un colloquio con la gentilissima segretaria che risponde al telefono. La beffa? Per ora non sono neppure in grado di fare un semplice bonifico! Veramente incredibile! Spero solo davvero tanto che l’ unione faccia la forza, non tanto per la cifra persa ma perchè trovo veramente questa vicenda assurda e il comportamento di gruppo intesa nauseante.
    Buone cose a tutti
    Katia

    1. Grazie signora Katia anche perché il fatto che non abbia fornito codici e che comunque abbia subito il furto la dice lunga sul fatto che le responsabilità del correntista sono tutte da dimostrare. Sa che ci trova tutti i giorni dal lunedì al venerdì allo 041-5349637 con orario 9-13 e 15-19.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  17. Salve io ho avuto la stessa esperienza di tutti gli altri. In data 10 Marzo 2021 qualche secondo dopo aver effettuato un acquisto su amazon mi arriva un messaggio da GRUPPO ISP in coda a tutti i messaggi della Banca, che mi diceva che c’erano dei problemi sul mio home banking. Mi sono lasciata confondere e ho cliccato il link dal quale mi si è aperta la pagina della banca Intesa San Paolo nella quale ho inserito i miei codici di accesso. Dopo qualche minuto mi chiamano dicendo che sono dell’assistenza della banca e che c’è necessità di bloccare le carte e l’ home banking perchè ero sotto attacco di un virus nel mio telefono, di cui conoscevano anche il modello. Alchè mi fanno digitare un codice sulla tastiera che mi dicevano servire per bloccare l app ma invece hanno trasferito le mie chiamate e i miei messaggi e quindi non ricevevo più io i codici di sicurezza. Dopo 30 minuti ho avuto un dubbio e ho chiamato il numero verde, il quale mi diceva che comparivano 5 pagamenti per un totale di 3220 euro. Ho fatto denuncia e disconoscimento, mi hanno riaccreditato la cifra per poi ritogliermela oggi senza alcuna comunicazione. Io non credo sia possibile che la colpa sia nostra se arrivano messaggi da un gruppo ISP esattamente come se fosse ufficiale, in coda a tutti i miei veri messaggi della banca. Credo procederò per vie legali e spero di risolvere quanto prima questa triste faccenda che è ormai un mese che non mi fa dormire.

    1. Salve signora, fra un’oretta guardi il nostro sito wwww.associazionedifesaconsumatori.it troverà la lettera che abbiamo appena scritto a banca Intesa. Noi seguiamo oltre 150 soci per un controvalore di mezzo milione di euro di soldi rubati. SE vuole ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  18. A me è arrivato questo messaggio dal numero +393510668533 “Gruppo ISP: come da direttiva dell’Unione Europea, certifica la tua app Intesa Mobile al seguente link: (e qui c’era il link)”. Non ho aperto il link, ho subito fatto lo screen shot, messo il numero in lista nera ed eliminato il messaggio. Se non apro il link non c’è problema vero? Non sono stata truffata vero? Vorrei dormire bene sta notte.

    1. Tranquilla, nessun problema se non ha aperto il link.
      Casomai ci contatti allo 0941-5349637 (dal luenedì al venerdì con o0rario 9-13 e 15-19).
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  19. Buonasera
    il 23 febbraio anch’io sono stata vittima di una truffa telematica combinata con: sms da me ignorato poi telefonata con richiesta di modifica risposte alle domande di sicurezza (rigorosamente non condivise con la persona che dal telefono faceva la richiesta di aggiornamento), fissazione di un ulteriore appuntamento dopo una settimana a partire dalla telefonata, confermata da messaggio sms su numero usato abitualmente dalla Banca per comunicare con me. Nell’intervallo tra la prima telefonata e e la seconda, che avrebbe richiesto un presunto aggiornamento dell’APP tramite accesso a link inviato con successivo sms, non sono avvenute operazioni illegittime che sono iniziate subito dopo lo scaricamento del malwear dal link inviatomi. Prontamente e tempestivamente denunciata la frode alla banca (immediatamente dopo la chiusura della telefonata) chiamando il numero verde e bloccato il conto e le carte sono riusciti lo stesso a rubare 5700 euro tra bonifici alla Lottomatica (2) e prelievi al bancomat. La banca ha rifiutato qualunque responsabilità dopo la denuncia e il disconoscimento delle operazioni (fingendo tra l’altro l’accredito del denaro sottrattomi e riprendendolo nello stesso giorno). Ad oggi hanno rifiutato (l’ufficio assistenza e reclami da me interpellato) anche di darmi informazioni relative al luogo e all’ora/minuto in cui sono stati fatti i prelievi, sostenendo io che sono stati fatti nel mentre denunciavo la frode all’operatore. La banca avrebbe l’obbligo di dimostrare la colpa grave del cliente cosa che si guarda bene dal fare.
    Avrei letto volentieri la lettera che avete mandato ad ISP cui fa riferimento nella precedente risposta, ma sul vostro sito non riesco a trovarla. Non trovo nulla sul sito o pagina FB dell’ADICONSUM di Firenze nonostante abbia avuto sia dai Carabinieri che dalla Polizia Postale assicurazione del fatto che sono decine e decine le denunce che ricevono settimanalmente.
    Ho intenzione, per il momento, di procedere facendo ricorso alla Arbitro Bancario Finanziario e aderirei volentieri anche ad una class-action da voi eventualmente promossa.
    Grazie

    1. Salve grazie mille per la testimonianza che ricalca più o meno il raggiro subito da tutti gli altri. Se vuole ci contatti all0 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Ecco qui di seguito il link con la lettera che abbiamo inviato a Intesa.
      https://www.associazionedifesaconsumatori.it/adico-chiede-lincontro-a-intesa-san-paolo-per-le-truffe-dei-finti-sms-ecco-il-testo-dell-invito/

      Nel sito https://www.associazionedifesaconsumatori.it/ può trovare diversi articoli sul tema.

      Grazie per l’intervento e intanto buona giornata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  20. Buongiorno,
    solita trafila di sms da gruppo ISP che preannunciava un contatto telefonico che arriva nel giro di un paio di giorni.
    La telefonata viene da un numero fisso di Banca Intesa, l’operatore mi dice che devo installare un nuovo servizio di messaggistica che fornirà le massime garanzie di sicurezza. Mi rifiuto di farlo, l’operatore insiste dicendo che in tal caso dovranno inviarmi la comunicazione di disabilitazione del servizio e mi comunica il MIO CODICE CLIENTE sul quale sarà posto il blocco. Sentendo il codice cliente corretto mi convinco che è veramente un operatore della banca, scarico l’app dal link che mi mandano e l’installo: è un programma di gestione degli sms con tanto di logo di IntesaSP, disinstallo l’app Mobile per il “riallineamento dei dati” e non ci penso più.
    Poco dopo mi arriva una email nella quale mi comunicano il cambio del mio pin, capisco che qualcosa non va e con ripetuti tentativi di accesso blocco l’home banking.
    Oggi riesco a riaccedere e vedo che hanno provato a fare 3 bonifici esteri da 2999,90€ l’uno che non sono andati a buon fine.
    La rabbia maggiore è nei confronti della banca che si è fatta sottrarre i miei dati personali (il codice cliente non è un dato pubblico) e non mi ha avvertito e quindi permette a questi delinquenti di continuare a rubare, è un comportamento complice.
    ps1: la banca mi ha addebitato 11€ a bonifico per dati errati.
    ps2: non avendo più il pin non riuscivo più ad autenticarmi nemmeno con il loro servizio di blocco delle carte

    1. Salve signor Gianpaolo,
      anche la sua storia registra alcune novità rispetto alle consuete modalità. La ringrazio perchè sicuramente farò presenta all’avvocato anche questa novità, naturalmente in forma anonima. Se ha bisogno di noi, ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Un saluto
      Gioanluca Codognato
      uff. stampa Adico

      1. Quando ti chiamano al cellulare e chiedono se sei il signor XY è chiaro che hanno messo mano su una anagrafica.

  21. Buongiorno, attenzione io sn stato truffato il altro modo !
    Sabato pomeriggio mi arriva un sms da intesa s p ,dicendomi ke la mi carta è stata blocca x mancata verifica online.
    X poterlo far verificare nel sms aveva un link dove introducevi i tuo dati personali e bancari!
    Io ho visto ke era intesa s p e nn gruppo isp ho dato tramite link i miei dati.
    Poco dopo fatto mi manda in un altra pagina dove devo inserire un pin ke mi invieranno x la verifica delle credenziali.
    Provo svariate volte ma nn arriva il pin!!!!allora chiamo il numero verde dicendomi ke era una truffa x organizzata!!!!!!!!!
    X fortuna nn sono riusciti a prendere niente…..!
    Lascio la mia storia a voi in modo da nn cascare a questo tipo di truffa
    Cordiali saluti Andrea

    1. Grazie signor Andrea, i effetti è una modalità leggermente diversa ma quasi ogni vicenda ha un suo lato personale. Grazie, utilissima il suo intervento. Ci segua nel nostro sito che l’aggiorneremo su ogni passo di questo impervio cammino.

      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  22. Buonasera,
    sono stato contattato oggi alle 14.30 dal numero di intesa via sms che cito “Gentile cliente per motivi di sicurezza le sue credenziali sono state bloccate. Per sbloccarle segua la procedura a questo link” Con ingenuità purtroppo accedo al link dove mi viene chiesto di inserire codice titolare e pin e mi sarebbe arrivato un codice OTP di conferma che mi arriva e lo inserisco. Subito dopo mi chiamano qualificandosi come operatori di ISP (mi hanno perfino detto il numero di matricola) chiedendomi di disinstallare l’app e che mi avrebbero richiamato tra 2 minuti per reinstallarla e riattivare l’home banking. Non mi chiama nessuno ma mi ricontattano da intesa san Paolo alle ore 17.30 dicendomi se fossi stato io ad eseguire dei pagamenti su moneytransfer, io ovviamente ho negato e mi hanno detto che ero stato truffato ma che le operazioni fortunatamente non erano andate a buon fine, che avevano provveduto a bloccare la carta e che mi stavano già inviando quella nuova al mio indirizzo. Sul conto essendo un conto di riserva c’era pochissimo (circa 800 euro). Ho riaperto l’app e il saldo disponibile era giusto (800), la carta era stata bloccata (sull’app c’era scritto carta bloccata) e non erano stati fatti movimenti ma per maggior sicurezza ho fatto un bonifico instantaneo dell’intera somma sul mio conto principale che è unicredit.
    Credo e spero di aver messo i soldi al sicuro con questo bonifico, ho svuotato il conto trasferendo tutto sul conto principale, ovviamente nei prossimi giorni provvederò a cancellare il conto con ISP.
    Per ora sembra che non sia stato truffato perchè non erano stati fatti movimenti (o perlomeno ci avevano provato ma nn erano andati a buon fine) ma cancellerò ugualmente il conto viste le clamorose falle nel sistema di sicurezza ISP.

    1. Grazie per la testimonianza e per fortuna è riuscito a scongiurare la truffa che però resta molto insidiosa, come hai potuto vedere.
      La invito a seguirci nel nostro sito, per sapere come andrà a finire questa ostica vicenda.
      Buona serata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  23. Ho ricevuto oggi SMS ed inavvertitamente ho aperto il link. Non ho inserito nessun dato NON essendo correntista Intesa San Paolo. Posso stare tranquillo?

    1. SAlve signor Danilo, mi sento di rassicurarla sul fatto che possa stare tranquillo. Ma ha sentito la banca, per essere più sicuro? SE lo desidera, non esiti a contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19)
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  24. Buongiorno, ho letto le varie testimonianze e la procedura è simile a quella successa anche a me. Molto simile a questa…. “dal numero di intesa via sms che cito “Gentile cliente per motivi di sicurezza le sue credenziali sono state bloccate. Per sbloccarle segua la procedura a questo link” Con ingenuità purtroppo accedo al link dove mi viene chiesto di inserire codice titolare e pin e mi sarebbe arrivato un codice OTP di conferma che mi arriva e lo inserisco. Subito dopo mi chiamano qualificandosi come operatori di ISP (mi hanno perfino detto il numero di matricola) chiedendomi di disinstallare l’app e che mi avrebbero richiamato tra 2 minuti per reinstallarla e riattivare l’home banking.”
    Mi stavano prelevando 25.000€ con un bonifico ad una certa D’amore Giuseppina a Salerno. Dopo aver bloccato tutto sono andato alla Polizia Postale, stavano già facendo dei prelievi per circa 4.100€ in due diversi uffici postali, sono riusciti a bloccare tutto. Adesso la banca ha stornato il bonifico dell’intera somma, ma dicono che devono fare tutte le verifiche del caso e che potremmo stornarmi questi 4.100€, cosa che non posso accettare!!!!
    Grazie. Massimo Lancini

    1. Salve signor Massimo, grazie per lòa testimonianza mi augurio davvero che non si riprendano i 4 mila e 100 euro. Casomai ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  25. Buongiorno, anch’io ho ricevuto ieri un sms riportante caratteri similari a quelli ufficiali della banca. Mi veniva chiesto di aprire un link per allineamento “alla normativa europeaUE PSD2”. La pagina è stata aperta ma non ho inserito nessun codice. Nessuno mi ha contattato e ad oggi i soldi risultano tutti presenti. Spero non siano riusciti ad entrare nel sistema.
    Di seguito indico L indirizzo verosimilmente fraudolento “bit.ly/2QdviHT”

    1. SAlve signora, grazie per la testimonianza. Credo che l’abbia scampata, si sarebbe già accorta del furto. SE dovesse aver bisogno ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  26. Buongiorno, sono stata truffata da un pseudo, operatore di Intesa San Paolo, racconto in breve:
    il 09/03/2021 alle 09.30 circa, ricevo una telefonata da un operatore di Intesa Paolo, dove mi comunicava, che stavano facendo degli aggiornamenti a sistemi,
    per questo motivo dovevo fornire informazioni, ma siccome ero in ufficio, con apertura al pubblico, comunicavo al suddetto operatore che non potevo trattenermi al telefono, perché stavo lavorando, nell’immediato giungevano una serie di SmS dal canele di intesa San Paolo, con messaggi di codici, accortami di questo,chiudo immediatamente la telefonata e preoccupata, cerco di entrare nel sito della Banca, che ovviamente mi viene negato l’accesso, nel frattempo una serie di SMS, giungono nel mio cellulare, dove mi avvisano di operazioni bancarie, prelevamenti per essere chiaria, a questo punto non potendo entrare nel sito bancario perché, mi negava l’accesso, chiamo immediatamente la banca,mi risponde una signora che conosco da anni, comunico di bloccare tutte le carte a mio nome, ma nonostante la tempestività in 5 minuti di orologio,sono riusciti a sottrarmi 940 euro, a differenza delle altre storie, lette su questo blog la mia storia, è un po’ diversa, perché io non ho ne seguito un link e nemmeno fornito codici di accesso, ho risposto semplicemente ad una telefonata, che rispondeva con tanto di voce che diceva che l’operatore (Paolo) con codice 4230 mi stava contattando per fornirmi informazioni.
    Ho fatto la denuncia ed il disconoscimento delle operazioni, la banca Intesa San paolo, da subito mi ha riaccreditato i soldi, per poi comunicarmi, che per questioni di frode non riconducibili alla banca, venivano stornate le operazioni di accredito delle somme rubate e per tanto, oggi mi ritrovo con un danno di 940 euro, soldi prelevati da bancomat, a Napoli, somme di soldi giocate in società di scommesse, a questo punto cosa devo fare, per far valere i mie diritti.
    Ringrazio a chi vorrà rispondermi

    1. Salve signora, se va nel nostro sito troverà una decina di articoli su questo argomento. Ieri hanno fatto anche un servizio a Striscia la Notizia e noi ormai stiamo seguendo 200 casi per un totale di euro sottratti che ormai sta per raggiungere il milione di euro. La modalità è in sostanza quella che ha subito anche lei. Se vuole ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al veberdì con orario 9-13 e 15-19) così le spiegheremo come stiamo agendo e deciderà se affidarsi o meno a noi.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  27. salve,

    ho ricevuto anche io il messaggio in questione, la cosa mi ha insospettito immediatamente (il ricevere il link, la formattazione del link) e ho cercato dal sito ufficiale il numero di telefono per avvisare la banca ma ho trovato soltanto il numero di blocco carte. ho comunque avvisato perchè temevo che qualcuno potesse incappare in questa situazione ma lato loro mi hanno fatto capire che la mia chiamata è stata inutile

    Buona giornata

    1. Salve, lei ha fatto benissimo a segnalarlo il problema è che la banca conosce benissimo questa truffa e ci stiamo chiedendo se stia facendo tutto il possibile per scongiurarla, perché noi anche in questo giorni riceviamo telefonate di correntisti truffati. Lei, insomma, ha fatto il suo dovere. Speriamo lo faccia anche Intesa.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  28. Buongiorno anche mia figlia lunedì 19 è stata truffata allo stesso modo per un importo di 4.900,00 euro naturalmente la banca non riconosce la frode siamo state trattate anche in malo modo dal direttore della filiale.i carabinieri ci hanno comunicato che è un problema della banca ma loro non ne vogliono sapere. Grazie

    1. Salve signora Monica, noi abbiamo aperto 200 pratiche e ora stiamo inviando altrettanti ricorsi all’Arbitro bancario finanziario. Quello che è successo a sua figlia è purtroppo la normalità, e non dovrebbe esserlo. Avrà forse visto che di questa truffa se ne parla sempre di più, c’è stato l’altro ieri anche un servizio di Striscia la Notizia. Ci auguriamo dunque che la banca cominci a riconoscere le proprie palesi responsabilità. Se ha bisogno di informazioni o di conoscere le nostre modalità di azione, può contattarci allo 041-5349637 dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  29. Buonasera,
    Una domanda veloce essendo anche io stato truffato con SMS in casi simili ai molti commenti che vedo… purtroppo anche io perdendo 600 euro da due carte di credito.

    La domanda riguarda più che altro questo:
    È possibile che in qualche modo ‘l’hackraggio’ effettuato possa rimanere all’interno del telefono? Nel senso, potrebbero rimanere tutt’ora dopo ore collegati in remoto? Avendo bloccato conto corrente, carte e numero.
    Questo perché avendo più conti correnti diversi con Home banking temo anche per la loro incolumità nel momento in cui digito codici o altro.

    Grazie

    1. SAlve signor Dario, ammetto di non essere esperto in materia e di non saperle rispondere in modo adeguato. Le dico, però, che non abbiamo avuto nessuna segnalazione in merito e tenga conto che seguiamo circa 200 soci. Spero che riesca a trovare risposte più tecniche circa la sua domanda intanto le auguro una buona serata.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

    2. Non si può escludere a priori che cliccando il link non si siano installati inavvertitamente dei malware. Se così fosse il conto sarebbe sempre accessibile da terzi.

  30. Buongiorno, confermo anch’io di essere stato truffato, il racconto in breve:
    il 17/04/2021 alle 12.30 pm, ricevo una telefonata da un operatore di Intesa, dopo aver ricevuto un sms e mio successivo inserimento dei dati nel link, nella quale mi confermano che avevano realmente tentato di accedere al mio conto; con la scusa che avrebbero dovuto effettuare delle verifiche e che avrebbero dovuto effettuare degli aggiornamenti all’applicazione che sarebbe rimasta inoperativa per un giorno, mi confondono e intrattengono riuscendo nel frattempo ad entrare nell’applicazione e prelevare i dati della mia carta di debito, dopo aver ricevuto in serie, notifiche e messaggi vari.
    Chiedo spiegazioni convinto sia la banca e alle 12.45 pm termino la telefonata ricevendo anche un sms che evidenziava una transazione verso transferwise eur (bruxelles) di 1480€.
    Dubitoso, confuso e scosso dell’accaduto chiamo il numero verde intesa e comunico alle 12.48 pm di bloccare la carta e l’accesso all’app, intesa che mi conferma la clonazione della mia carta e che la transazione era stata effettuata tramite pos.
    Entro anche in contatto con transferwise in Brasile (unico call center operativo nel week end) il 18/04/21 raccontando la vicenda e chiedendo il blocco, i quali confermano purtroppo che i soldi erano stati già prelevati e che su richiesta da parte delle forze dell’ordine avrebbero avuto piacere a collaborare e a rilasciare più informazioni riguardo i malviventi.
    Il 21/04/21 denuncio i fatti presso i carabinieri (dopo esser stato in banca e aver ricevuto la contabilizzazione della transazione) fornendo anche i dettagli sopracitati.
    Domani farò il disconoscimento delle operazioni e leggendovi non mi aspetto nulla dalla banca, spero solo per tutti che una volta per tutte questa vicenda finisca e che queste persone paghino per i loro atti.
    Grazie.
    Bruno

    1. GRazie signor Bruno, la sua storia ricalca le vicende che stiamo seguendo. Noi in realtà abbiamo fiducia e puntiamo sul rimborso totale della somma sottratta. Naturalmente tutti gli aggiornamenti sulla nostra attività verranno pubblicati nel sito. Intanto ha fatto bene a presentare il disconoscimento, primo passo per la richiesta di rimborso.

      Le auguro intanto una buona serata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

      1. Buongiorno,

        Vi aggiorno sulla situazione: in seguito al disconoscimento, la banca procede all’accredito della somma totale.
        In data odierna, la banca si riprende i soldi, avvisando tramite lettera cartacea (non ancora arrivata) di procedere a fare ciò, spiegando le motivazioni.
        A questo punto vorrei rivolgermi a voi: c’è qualcosa che si può fare ?

        Grazie in anticipo

        Bruno

        1. Salve, grazie delle informazioni siamo a conoscenza in effetti del loro modus operandi. Noi stiamo andando avanti con i ricorsi all’Arbitro bancario finanziario. Se ha bisogno ci contatti allo 041-5349637 (siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
          Distinti saluti
          Gianluca Codognato
          uff. stampa Adico

  31. Altra cosa strana ma purtroppo non correlabile direttamente alla banca.. Mi sembra che il messaggio in questione arrivi solamente ai correntisti di banca intesa, mandare il messaggio a 50000000 di utenti non é praticabile o a caso non darebbe lo stesso risultato. Ciò mi fa pensare che i malintenzionati abbiano una lista, e questo é un problema della banca perchè non ha salvaguardato l’identità e i dati dei suoi correntisti

    1. Salve signor Luca, anche io ho pensato questo inizialmente, poi ho verificato che il messaggio arriva anche ai non correntisti. Chiaramente loro non ci chiamano perché individuano subito l’imbroglio ma confermo che vengono inviati anche ai non correntisti di Intesa.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  32. Buongiorno, mi è successa ieri sera la stessa cosa dei messaggi precedenti, quindi fate attenzione che la truffa è ancora in atto. Mi arriva un messaggio verso le 14 che mi si incasella con gli altri messaggi di Intesa SP che dice di cliccare su un link perché c’è stato un accesso fraudolento all’homebanking. Essendo stato colto di sorpresa mentre ero in ufficio non ragiono e clicco facendo partire tutta la bambola, non ho avuto neanche il tempo di aprire l’home banking dal pc per verificare che già mi stavano chiamando da un numero di Milano (02-82396466). A quel punto mi dicono che ci sono tre transazioni (una per ognuna delle mie carte) da 299 euro da bloccare urgentemente e che lo dobbiamo fare telefonicamente tramite comunicazione dell’sms okey, il problema è che facendo così non ho bloccato niente ma anzi ho autorizzato le operazioni. Per fortuna mi sono soffermato a leggere i veri messaggi di Intesa SP che arrivavano e che parlavano di autorizzazione e non bloccaggio e questo mi ha insospettito, nonostante mi arrivassero contemporaneamente altri messaggi finti in cui mi comunicavano il blocco dell’operazione. A quel punto sono riuscito a bloccare la terza operazione comunicando un numero di autorizzazione sbagliato, ciò gli ha fatto venire fretta e così ha chiuso la telefonata, non prima di avermi detto di non entrare sull’home banking per 24 ore. Quest’ultimo dettaglio mi ha fatto accendere definitivamente l’attenzione e quindi ho subito chiamato la mia gestrice in sede, abbiamo bloccato tutto e me la sono cavata con “solo” 600 euro di danno. A questo punto stamani andrò a fare denuncia e lunedì aprirò la procedura per provare a riavere questi soldi. Lorenzo C.

    1. Salve signor Lorenzo, grazie per il suo racconto che ricalca in modo p0reciso la truffa subita da centinaia di correntisti. Per fortuna è riuscito a sventare in parte la truffa anche se il suo conto è stato alleggerito di 600 euro (che non sono pochi, ma rispetto a quanto rubato da altri conti può ritenerlo un successo). SE ha bisogno ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  33. Ok grazie, sono abbastanza interessato a capire per evitare sorprese. Mi ero documentato e ho visto che un paio di anni fa avevano trafugato dati personali ad una società a cui banca intesa delega delle operazioni e pensavo potesse essere correlato

  34. Buonasera, anche io sono stato vittima della ormai ben nota truffa degli sms con chiamata. Oltre che dal mio conto personale, son stati sottratti soldi anche da una carta prepagata intestata all’associazione di categoria di cui sono presidente.

    La suddetta carta è stata attivata in una filiale diversa e con specifico contratto relativo all’associazione (terzo settore). Ebbene nessuno aveva autorizzato Banca Intesa a collegare questa carta al mio conto personale ma cosi è stato fatto. Per cui adesso, visto che la banca non si ritiene responsabile dell’accaduto, mi trovo pure ad essere responsabile dell’ammanco di cassa dell’associazione, in cui erano versate le quote sociali dei miei colleghi.

    Non è possibile fare leva su questa mancanza della banca perchè almeno i soldi dell’associazione vengano rimborsati?

    grazie

    1. Salve signora, mi spiace molto perchè in effetti la sua disavventura ha avuto risvolti ancora peggiori rispetto agli altri visto che è stat colpita anche la sua associazione di categoria. Terremo ovviamente in conto questa sua testimonianza (io giro tutto sempre all’avvocato che segue la vicenda) la invito dunque a seguire tutti i risvolti della vicenda tramite il sito, che teniamo scostantemente aggiornato, ma può anche contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

      1. Buongiorno anch’io sono caduto in questa truffa del finto SMS del mio istituto di credito mps. Erano le 14:30 del 21 agosto il messaggio diceva che c’erano stati dei movimenti sulla mia carta di credito e sul conto online ( o Banking) preoccupato di quello che sarebbe successo ho cliccato sul link che mi portava alla mia pagina dell’hombanking, cliccando su questa mi arriva un’ altro SMS che dice che sarei stato ricontattato a breve. Mi chiama questo finto operatore mps dicendo che era dell’ufficio anti frode, che qualcuno dalla Svizzera aveva clonato la mia carta di credito e che dovevamo mettere in sicurezza la carta di credito e quella Debit. Mi fa entrare sulla pagina ho Banking che ho ricevuto cliccando il link. Mi ha dettato lui la uessemane. Forse mi ha fatto cambiare la password. Mi sembrava proprio unoperatore di banca, con la scusa di mettere in protezione le carte lì ho dato i numeri delle due carte con i rispettivi numeri cvv sono stato raggirato bene mi arrivavano i codici sul telefono e glieli dettavo a un certo punto e caduta la chiamata, ho provato a richiamare ma il telefono risultava sempre occupato lì ho capito che ero stato truffato. Ho bloccato subito carte è hombanking hanno fatto un bonifico di 2000 euro con carta Debit e 940,00 con carta di credito. Ho denunciato alla polizia il fatto, sono andato in banca per disconoscere le operazioni. Ero all’oscuro di queste truffe, come si chiama vishing? Sicuramente non ho avuto un buon atteggiamento questo lo riconosco, secondo voi ho diritto al rimborso?

        1. Salve, noi stiamo agendo e stiamo ottenendo per ora buoni risultati. Le conviene contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19). Per quanto riguarda i termini, il phishing è la truffa via mail, smishing via sms, vishing via telefono.
          Distinti saluti
          Gianluca Codognato
          uff. stampa Adico

  35. Buongiorno ,anche io entro nel club delle persone truffate ,
    il 12 aprile mi hanno chiamata dicendo che dovevo confermare il codice per modificare i dati della mia app intesa sanpaolo,
    io ero in viaggio per il rientro a casa quindi ho risposto dall auto con il sistema bluetooth ,volvano che io confermasi i codice da loro inviati,ma la mia borsa era nel sedile posteriore quindi ho chiesto d essere ricontattata dopo 1o minuti ,loro invece insistevano dicendo che erano gia all interno del mio conto che avevano i codici d’accesso infatti me li hanno ripetuti identici .. ma io ho comunque chiuso 3volte la chiamata.All arrivo a casa guado il cellulare ho trovato il loro messaggio che mi diceva un codice generato con avvenuto prelievo.Mi chiedo ma se io non ho fornito i codici generati ,come può rispondermi la banca che il loro sistema non è stato violato che respingono la mia richiesta di rimborso di €500,00.
    Grazie per aver preso in considerazione anche il mio sfogo.
    Saluti Pier Franca

    1. Salve, anche io truffata il 2 aprile, in modalità anomala.
      Il 19 marzo apro il link pervenuto da gruppo ISP, presa dalla stanchezza non apro l’app, mi contattano subito presentandosi come dipendenti intesa e che stavano facendo delle verifiche e che mi avrebbero ricontatta ta per confermare la sicurezza dopo circa 15 giorni. Il 2 aprile, sul conto avevo un saldo di 812 €, ricevo sms di prelievo di 2000. Mi collego all’app e scopro due bonifici in entrata di 1400 e 1000 e due prelievi da 2000 e 1000(di questo non ho ricevuto sms), con un saldo di 212 €. Chiamo in banca e blocco carte e homebanking. Effettuo denuncia e disconoscimento, vengono restituiti i 3000 prelevati sul mio conto e 2400 a chi mi aveva fatto il bonifico, al fine di non sembrare io la truffatrice. Ho effettuato ricorso all’abf, ma sono anche con un avvocato.
      Ora sul conto ho -2198€ e la banca ha iniziato a inviarmi documentazione dei tassi di interesse e vengo contattata da recupero crediti.
      Ci sono un po’ di cose che non tornano 1 non arrivano tutti gli sms dei prelievi 2 sms e telefonate provengono dal gruppo intesa 3 prelievi cardless con un massimale di 15.000 euro e non è disattivabile 4 il numero certificato è uno e uno solo ché non bloccano i prelievi.
      Ora dopo tutte queste truffe intesa chiede di attivare posizione e non rispondere agli sms della banca e telefonate.
      Oltre il danno la beffa devo restituire soldi che neanche avevo sul mio conto!!!

      1. Salve, purtroppo conosciamo fin troppo bene questa storia e il comportamento di banca Intesa. Ormai abbiamo aperto oltre 200 pratiche per una somma superiore al milione di euro (rubati dai conti). Speriamo di venirne fuori vincitori, se ha bisogno ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
        Intanto le auguro comunque una buona serata.
        Gianluca Codognato
        uff. stampa Adico

  36. Buonasera , mamma mia in quanti . Mi unisco a voi visto che il giorno 12 maggio ricevo una telefonata alle ore 15’45 da un così detto impiegato del intesa San Paolo della sede di Torino , dicendomi che avevano il mio bancomat pronto ( ordinato dal cassiere della mia banca filiale Feltre direttamente dalla mia applicazione con spedizione al mio domicilio il 29 aprile , bancomat mai pervenuto al mio domicilio) il tizio mi ha chiamato per nome e cognome , il mio indirizzo lo sapeva e mi ha anche detto il mio numero del conto corrente dove doveva essere attivato il bancomat, che io sono entrata nel app mentre parlavo con loro controllavo e combaciava tutto , avevo i bambini e nel trambusto ho attivato il bancomat senza fornire i codici che loro con insistenza chiedevano , poi hanno inviato sms dal intesa con altri codici che nemmeno quelli ho mai dato . Quando hanno iniziato ad essere insistenti ho chiuso la telefonata , dopo 10 min pensando alla telefonata strana sono entrata sul app e li la brutta sorpresa 1000 euro prelevati a Caserta e altre ricariche poste pay di 1500. Sono riuscita a bloccare il tutto , fatto denuncia e anche disconoscimento. Ieri mi sono vista accreditare una parte ora vediamo che succede. Non vi nego i brutti pensieri e la paura vissuta questo giorni perché tutto questo è accaduto mentre ero con i miei 4 bimbi. È stata dura è anche oggi a distanza di neanche una settimana ho continue tachicardie e ansia . Scusate lo sfogo .

    1. Salve, sa che allo stato attuale siamo arrivati invece a oltre 200 persone seguite dalla nostra associazione per la truffa per un totale di oltre un milione di euro rubati? Una situazione incredibile dalla quale speriamo di uscirne bene e rapidamente. Se può consolarla, è in ottima compagnia, e mi stupisce davvero il disinteresse della banca. Speriamo di potervi portare al più presto delle buone notizie se ha bisogno ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  37. Salve mi unisco anch’io alla truffa subita con intesa San Paolo. Mi hanno contattata con l’aggiornamento per alzare il livello di sicurezza..al momento non volevo dare retta. Mi hanno agganciata con le chiamate da me effettuate al numero verde, sapevano l’ora e data. Allora ho creduto che fossero loro anche perché alla chiamata corrispondeva al numero verde che avevo in memoria..non ho dato i miei codici ma ho dato il numero che era arrivato nella SMS della banca. Poi ho controllato dopo un’ora e dopo 2 ore e non c’erano anomalie. Poi invece nella serata hanno sottratto 3000 euro prelevati per una ditta congelati e surgelati ovviamente di Napoli.
    La banca mi ha già stornato i soldi dopo la denuncia, ora mi sto facendo seguire da un avvocato che associato per i consumatori. Però per la mediazione ed eventuale abf finale 600 euro più 48 euro per la procura. La mia domanda è, è corretto questa cifra? Perché pensavo che dopo aver aderito alla associazione ci fossero poche spese. E non garantisce che ci sia un vero riconoscimento della frode.
    In attesa grazie per il riscontro

    1. Salve signora, non si può dire se la cifra richiesta sia giusta o meno, ognuno decide secondo coscienza, noi però chiediamo sei volte di meno per le stesse azioni. Se vuole ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  38. Buongiorno, mi aggiungo alla lunga lista ……. di persone truffate…. ero in attesa di un nuovo bancomat richiesto in data 26/03/2021 tramite il numero verde e procedura on line (visto che era impossibile contattare la mia filiale telefonicamente) dove mi avevano comunicato che mi sarebbe stato inviato al mio domicilio, in data 08/04/2021 venivo contattata da un sedicente operatore di Intesa San Paolo che iniziava la conversazione dicendomi il mio nome e cognome e che mi stavano spedendo il bancomat da me richiesto, che mi sarebbe stato spedito in via…… al n. ….. (ribadisco bancomat MAI RICEVUTO) e che mi sarebbe arrivato un codice via SMS sempre da numero di ISP da digitare per autorizzare la spedizione del bancomat e autorizzare l’invio del PIN sempre sul mio cellulare, PIN che si sarebbe cancellato entro 24 ore, premetto ho digitato il codice sul mio cellulare e NULLA di più perchè il PIN l’ho scritto su un foglio di carta E NON L’HO FORNITO
    A NESSUNO!!!!! Inoltre sempre lo stesso operatore mi ha chiesto se il lunedì successivo ci sarebbe stato qualcuno presente al mio domicilio per ritirale il bancomat, mi ha chiesto anche nome e cognome delle persona presente.
    Dopo qualche giorno avendo necessità di operare sul mio conto e vedendo che il bancomat non mi arrivava, non riuscendo ad accedervi, in data 12/04/2021 ho contattato servizio il clienti che mi ha comunicato che il mio conto era bloccato dovevo fare procedura di sblocco inviando mail e in qualche giorno mi avrebbero sbloccato il conto, ho atteso fino al 19/04/2021 e non mi è stata inviata nessuna comunicazione di sblocco, ho contattato nuovamente il servizio clienti dove un operatore dopo varie insistenze mi assicurava che entro il giorno dopo, sarebbe stato sbloccato il conto, quando finalmente sono riuscita a sbloccare il conto il conto era stato completamento prosciugato, con 3 prelievi da € 1.000 e due ricariche una di € 236 e una di € 252 Postepay il tutto presso un sportello automatico a Castel Volturno (CE) il tutto qualche minuto dopo la telefonata dell’08/04/2021 IL TUTTO SENZA AVER MAI RICEVUTO IL BANCOMAT.
    Ho seguito la procedura sono andata in banca, ho fatto denuncia ai carabinieri, sono tornata in banca ho consegnato denuncia e ho disconosciuto le somme prelevate, la banca Intesa San paolo, da subito mi ha riaccreditato i soldi, per poi due giorni fa SENZA COMUNICARMI NULLA, mi ha stornate le operazioni di accredito delle somme rubate. A oggi sto tentando invanamente di contattare qualcuno della filiale sia tramite telefono che tramite mail ma sempre con esito negativo.

    1. Salve, la ringrazio per la testimonianza, sempre preziosa, e in linea con le truffe che stiamo seguendo (che ormai sono più di 200). Le consiglio di seguire le evoluzioni della vicenda tramite il nostro sito, attendiamo le risposte da parte dell’Arbitro bancario finanziario, i risultati dipenderanno molto da quello.
      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  39. Buonasera,
    nella giornata di lunedì 24/05/21 sono stato truffato anche io tramite sms per un importo di 818 euro. Mi sembra evidente che Banca Intesa abbia un’enorme falla
    al sistema di sicurezza.
    Io spero e presserò molto la mia filiale per avere indietro i soldi che mi sono stati sottratti.
    Al momento sto aspettando i tempi tecnici per poter fare la denuncia.
    Saluti

    1. Grazie per le testimonianza, vista anche la cifra consistente ma non enorme le conviene attendere le mosse di Intesa. Se ha bisogno ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  40. Buongiorno, mi aggiungo alla lunga lista di persone truffate….
    Ero in attesa di un nuovo bancomat richiesto in data 03/05/2021 tramite APP con consegna presso domicilio.
    In data 06/05/2021 mi arriva un SMS che mi conferma l’avvenuta spedizione del nuovo Bancomat.
    Il giorno 21/05/2021 vengo contattato da un sedicente operatore di Intesa San Paolo che iniziava la conversazione dicendomi il mio nome e cognome e che mi stavano spedendo il bancomat (mi dice esattamente il numero di carta) da me richiesto, che mi sarebbe stato spedito in via…… al n. ….. (ribadisco bancomat MAI RICEVUTO) e che mi sarebbe arrivato un codice via SMS sempre da numero di ISP da digitare per autorizzare la spedizione del bancomat e autorizzare l’invio del PIN sempre sul mio cellulare, PIN che si sarebbe cancellato entro 24 ore, premetto ho digitato il codice sul mio cellulare e NULLA di più perchè il PIN l’ho scritto su un foglio di carta E NON L’HO FORNITO A NESSUNO!!!!!
    Inoltre sempre lo stesso operatore mi ha chiesto se il martedì successivo ci sarebbe stato qualcuno presente al mio domicilio per ritirale il bancomat, mi ha chiesto anche nome e cognome delle persona presente.
    Domenica 23/05 volendo vedere l’estratto del Conto, tento l’accesso da APP, ma il conto risulta essere bloccato.
    L’indomani passo dalla filiale e mi comunicano che il conto risulta essere completamente proscigato, con 2 prelievi da € 1.000 e una di € 700, il tutto presso un sportello automatico ad ACERRA (NA).
    Ho fatto denuncia ai carabinieri, sono tornata in banca ho consegnato denuncia e ho disconosciuto le somme prelevate, la banca Intesa San paolo, da subito mi ha riaccreditato i soldi, per poi due giorni fa SENZA COMUNICARMI NULLA, mi ha stornate le operazioni di accredito delle somme rubate. A oggi sto tentando invanamente di contattare qualcuno della filiale sia tramite telefono che tramite mail ma sempre con esito negativo.
    I carabinieri mi hanno comunicato che ci sono gruppi organizzati che rubano i sacchi della corrispondenza dalla stazione centrale di Bologna, ma la cosa sconvolgente è come hanno fatto a recuperare il mio numero di telefono.
    Volevo sapere se c’è modo di poter recuperare i soldi (secondo voi)
    Grazie

    1. Salve, come già suggerito ad altre persone che ci hanno scritto, vi consiglio di contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19) così parlando con la segreteria potrete sapere come ci stiamo muovendo e quali siano le nostre prospettive.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  41. Buonasera anche io sono stata truffata con la stessa modalità dei precedenti signori/e (Rossana, Rodica).
    Bancomat nuovo richiesto online, dopo che il il vecchio bancomat era scaduto per recesso unilaterale dal contratto da parte di ISP, bancomat nuovo di cui non sono mai entrata in possesso perché mai arrivato. Il 19 maggio ricevo una telefonata da un funzionario ISP che mi dice di problemi sulla spedizione del mio nuovo bancomat e che per evitare di far ripartire la procedura di richiesta bancomat dall’inizio occorreva che io autorizzassi di nuovo la spedizione semplicemente tramite un codice che mi sarebbe arrivato da ISP in quel momento. Ed effettivamente mi è arrivato un codice dalla messaggistica di ISP da reinoltrare.
    Poi mi è stato chiesto di fornire il codice titolare e a quel punto mi sono insospettita e ho chiuso la telefonata senza comunicare nulla. E mentre cercavo il numero da chiamare per verificare cosa stava accadendo mi sono cominciate ad arrivare le notifiche di prelievi non autorizzati: € 1000 presso uno sportello ATM ISP di Pozzuoli e ben 6 ricariche PostPay per la cifra di € 1500. Totale furto € 2.500. Tutto nel giro di 15 minuti e quando sono riuscita a bloccare questo nuovo bancomat che non ho mai ricevuto, ormai era tardi.
    Ho fatto denuncia alla polizia, ho fatto il disconoscimento delle operazioni presso la filiale, mi hanno quasi subito riaccreditato i prelievi ma dopo due giorni mi hanno di nuovo riaddebitato tutto per “chiusura pratica disconoscimento”. Mi hanno fatto capire che la cosa finisce così. Non so se procedere in altro modo

    1. Salve, io le consiglio di contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9.-13 e 15-19), credo che valga la pena quanto meno parlare con la segreteria per capire come ci stiamo muovendo e cosa contiamo di ottenere.

      La auguro intanto una buona giornata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  42. Buongiorno,
    purtroppo queste spiacevoli truffe continuano ancora, a me è capitato 4 giorni fa.
    Era da sole 2 settimane che avevo la nuova carta del conto corrente intesa san paolo con il circuito mastercard (prima avevo il classico bancomat con scadenza 2022 ed una carta di credito ricaricabile che ricaricavo solo all’occorenza ma me l’hanno fatto cambiare a detta loro per motivi di sicurezza).
    Fatto sta che alle ore 18 circa del giorno 29/06/2021 mi arriva un messaggio dal numero della banca (dove ho tutt’ora una cronologia dei veri messaggi precedenti inviati da loro) che mi dice: IntesaSanPaolo gentile cliente abbiamo un accesso anomalo da un dispositivo se lei non è a conoscenza clicca sul link: portaleclientisicuro.com/intesa ecc.; allora io fiduciosa di un messaggio arrivato direttamente dalla banca entro nel link che mi riporta sul sito uguale identico a quello di Intesa e mi chiede la solita procedura di accesso con nome e cognome e codice utente.
    Mi arrivano così altri messaggi con i codici segreti per continuare la procedura e subito dopo una chiamata dal numero 02 8715 9209 (Milano) a cui di primo impatto non rispondo.
    Nel frattempo sempre dal numero della banca mi arriva il messaggio: Gentile cliente le confermiamo che sta parlando con un nostro operatore CODICE ID MARCO2875 CORDIALI SALUTI.
    Allora vedendo questo messaggio e ritrovandomi ancora la chiamata dallo stesso numero rispondo e si identifica quindi un ragazzo che mi conferma di essere l’operatore Marco2875 che mi dice che gli risulta in processo un pagamento di € 1.200,00 su un sito e mi chiede se sono io ad autorizzarlo.
    Gli dico che assolutamente non sono io quindi mi dice che probabilmente la mia carta è stata clonata e che bisogna subito procedere a bloccare quel pagamento.
    Ovviamente mi chiede i dati della carta e a fine operazione mi saluta, ma prima di riagganciare gli chiedo com’è possibile tutto ciò dato che la carta ha 2 settimane e lui mi dice che gli hacker agiscono ovunque e lui quindi fa il suo lavoro per bloccare ciò (sono anche ironici!!!).
    Chiusa la telefonata vedo che mi hanno fatto un pagamento online presso Paytipper di € 1.200,00; praticamente tutto quello che avevo sul c/c.
    Io ovviamente ero presa dal panico, fortunatamente il mio ragazzo ha chiamato subito il numero verde dell’intesa e mi ha fatto bloccare la carta.
    Tra l’altro voglio sottolineare che l’operatrice del servizio frode di Intesa mi ha esplicitamente detto di cancellare subito i messaggi ricevuti!!!!!!!!! Ovviamente non li ho cancellati perchè sono l’unica prova che ho contro L’intesa.
    A ripensarci mi vien da ridere perchè la mattina seguente sono andata in banca per cancellare il codice utente e riaprire momentaneamente un nuovo conto e gli sms che mi mandava l’operatrice erano di seguito a quelli fasulli della truffa, cose da non credere!!!!!!!!
    Lunedì procederò con denuncia e disconoscimento; purtroppo non ho potuto farlo prima perchè la suddetta operazione di truffa non era ancora contabilizzata e quindi dovevo aspettare la contabile.
    Spero che l’intesa si prenda le sue responsabilità anche se dubito tutto ciò.
    Ovviamente chiusa questa faccenda cambierò banca.

    1. Salve, diciamo che la metodologia della truffa è in linea di massima sempre quella. Se vuole sapere come ci stiamo muovendo (e anche come sta andando la nostra battaglia), le conviene contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  43. Buonasera, purtroppo la truffa è ancora in atto.Ieri,21agosto,sabato,sono stata truffata con le stesse modalità di sequenza SMS,telefonata finto operatore,ecc.Ho ricevuto anche la telefonata del presunto operatore di Banca Intesa S.paolo,tutto come nei casi precedenti.Solo dopo il messaggio di avvenuto cambio PIN del profilo(arrivato esattamente in coda a quelli dei truffatori)ho chiamato num verde,mi hanno bloccato le carte e l’operatore del settore truffe mi ha detto che erano stati fatti due pagamenti con carta di credito per un ammontare di quasi 2000€;ho chiesto più volte di controllare che non vi fossero altri movimenti e mi ha risposto cheno,al momento non vedeva altro .Mi ha detto che il mio profilo home banking era bloccato e che quindi non avrebbero più potuto effettuare altre transazioni; potrò esserne sicura?Come posso controllare,dato che non ho alcun modo di entrare nè nel mio home banking, né da sportelli automatici? È mai possibile che dopo tanto tempo ancora non siano riusciti a colmare le evidenti falle del loro sistema?

    1. Salve signora, mi sento di suggerirle di stare tranquilla perché ora il suo profilo non dovrebbe più essere esposte a truffe. Per quanto riguarda la sua ultima affermazione, sono d’accordo. Anche noi siamo stupiti che dopo tutto questo tempo (e le numerosissime denunce) la frode continui. Evidentemente ci sono hacker molto bravi….
      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  44. Salve a tutti .. mi unisco a voi nella segnalazione… ieri .. primo settembre sono stato vittima pure io di truffa con sms .. cito testualmente “Un dispositivo non autorizzato risulta connesso al suo conto online se disconosce tale accesso clicca https://portale-id-areacliente.com” preso dal panico apro il link .. passa qualche secondo vengo contattato dal finto operatore di banca intesa , che mi avvisava che erano in corso movimenti dal mio conto … per farla breve mi hanno sottratto 11 mila euro … provveduto a disconoscere le operazioni e denunciato il tutto ai carabinieri… la vedo molto grigia la situazione.. mi sono ritrovato con il conto completamente vuoto .. con due figli piccoli .. una casa appena acquistata con mutuo .. come sia possibile che un sistema di sicurezza di una banca permetta che da Lugano possano far sparire somme così importanti , con bonifici istantanei …mi sono sentito anche preso in giro nella filiale.. facendomi passare per idiota …

    1. Salve, grazie per la testimonianza. Se lo ritiene ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19) avrà così modo di parlare con la segreteria che la metterà al corrente di come stiamo intervenendo (con successo) su questo ambito.
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  45. Buonasera , sfortunatamente mi sono imbattuto in questa disavventura, SMS ricevuto come gruppo ISP dove mi chiede di effettuare l’aggiornamento dell’App e di cliccare sul link , premetto che tale messaggio mi è arrivato ben tre volte in date diverse tra loro, comunque vado avanti con il link dove mi chiede di inserire codice titolare e pin , eseguo l’operazione ignaro di ciò che stava accadendo perché il tutto era perfettamente con la schermata di ISP Internet banking, morale della favola 1900€ presso APPLE Italia milano
    490€ presso NIKE milano
    73,94€ presso Nike Milano,
    tutte le 3 transazione effettuato con iPhone, oggi sono stato presso la caserma dei carabinieri per regolare denuncia, e dopo presso la filiale dove ho il c/c dove l’impiegato di comunicava che era inutile fare il disconoscimento delle transazione perché non avrò un centesimo perché la banca non ha nessuna colpa, che dire oggi gli volevo cambiare prima i connotati al caro funzionario, comunque adesso devo attendere che rientra la persona che segue il mio c/c per poter fare il disconoscimento , sono veramente deluso è soprattutto incavolato .
    Vi terrò aggiornati .

    1. Salve, d’accordo, se poi ha bisogno può anche contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  46. Buona sera pure a me e’ arrivato l’sms truffa e purtroppo ho digitato il link. Risultato mi hanno sottratto 303,00 euro. Il sistema ha poi rilevato anomalie ed ha bloccato la carta. Ho fatto denuncia e disconoscimento del denaro sottratto; l’addetto mi ha detto di non farmi illusioni sul rimborso. Mi chiedo com i truffatori hanno recuperato il mio numero.

    1. SAlve signora, sulle modalità della truffa ci sono ancora molte cose da capire ma di certo la banca non è esente da colpe. Noi stiamo ottenendo buoni risultati però visto che la cifra sottratta è modesta e una azione legale ha comunque un costo, le sconsiglio di cercare di recuperare il maltolto appoggiandosi a un avvocato. Casomai può tentare da sola e se ha bisogno di qualche consiglio di contatti pure allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 de 15-19).
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

      1. Grazie mille. Per fortuna la truffa e’ ridotta. Non ho ancora avuto riscontro dalla banca ma non mi faccio aspettative. Un caro saluto.

  47. Salve volevo segnalare la mia disavventura: giorno 21 ricevo una chiamata da parte dall’ufficio frode(così si è spacciato) come bene c’erano dei movimenti strani. Mi arrivano delle notifiche dall’applicazione unicredit bank queste transazioni non fatta da me. L’operatore mi dice che sto subendo un attacco diretto è mi dice di fare un bonifico istantaneo dal mio conto corrente alla mia Genius card (operazioni che normalmente faccio quando devo fare acquisti su internet), di versare tutto il denaro. Fatta questa operazione arrivano 5 addebiti, mi sono insospettito. Vado al bancomat prelevo il poco restante dei soldi è blocco la carta. Dopo varie chiamate al numero verde sono andato varie volte agenzia mi dicono che le transizioni è stata eseguito, a con credenziali di commercio elettronico sicuro e digitazione password. Ma da chi ❓ ❓ ❓ io nn ho fatto nulla. Ho perso anche se era poco tutto. Cosa fare ❓ come comportarmi?

    1. SAlve, grazie per la testimonianza. La cosa migliore è che ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9.13 e 15-19).
      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      uff stampa Adico

  48. Anche a me arrivò l sms dopo aver cliccato sopra ho inserito nel nome utente una parola volgare idem sulla password. Risultato? non sono riusciti ad accedere al mio home banking quindi nessun prelievo. Ad ogni modo la mia banca mi manda tante mail avvisandomi di (non fornire) mai i miei codici a nessuno e di non cliccare mai su dei link in quanto esiste l applicazione per accedere alla home banking. Le banche hanno delle falle si ma noi non dobbiamo essere così ingenui da cliccare su dei link via sms anche perché siamo stati avvisati più volte almeno io. Solidarietà a tutti voi

    1. Salve signor Isidoro, dalle nostre esperienze in Adico posso dire che i soci che si rivolgono a noi non appaiono affatto degli sprovveduti, anzi. Le dico solo che stiamo assistendo anche persone che lavorano in banca, tanto per intenderci. Credo altresì che la truffa sia congeniata in modo impeccabile fermo restando che poi c’è chi, come lei, riesce a scongiurare il raggiro. Ma non per tutti è così automatico fare come ha fatto lei, correttamente.
      Le auguro intanto una buona serata.
      Gianluca Codognato

  49. Anche io sono incappato in una truffa simile. Mi hanno contattato tramite SMS col numero originale di Intesa San Paolo, dicendomi di aver momentaneamente sospeso il mio conto in banca per mancato aggiornamento psd2. Inserisco le mie credenziali al link allegato, ma subito dopo chiamo insospettito la banca. Mi dicono che si è trattata di una truffa e bloccano carta e conto. Hanno comunque fatto in tempo ad effettuare un pagamento da 506€ presso una società chiamata Conio Srl. Per fortuna nessun bonifico istantaneo. Ora non so cosa mi convenga fare, ma deduco siano scarse le possibilità di ottenere rimborso…

    1. Salve signor Samuele, no, non demorda, noi stiamo ottenendo risultato più cxhe soddisfacenti. Ci contatti se vuole. 041-5349637 (dal lunedì al venerdì 9-13 e 15-19).

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      340-6244205

    1. Salve signora Linda.. non ho avuto modo di vedere se è nostra socia sappia comunque che nloi stiamo ottenendo risuyltati soddisfacenti. SE ha bisogno ci contatti (O41-5349637 dal lunedì al venerdì 9-13 e 15-19).
      Buon week end
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

    1. Salve, la notizia ci era nota e confermiamo che in effetti questi truffatori rientrino nel raggiro di cui parliamo da mesi. Tenga conto che le persone a cui rubano il bancomat devono essere risarcite integralmente perché l’invio del bancomat per raccomandata è di certo un strumento inadeguato e pericoloso per cui la responsabilità è dell’istituto di credito. In toto. Infatti nei casi di questo tipo abbiamo ottenuto il rimborso integrale. Purtroppo la truffa ha più rivoli e temiamo che sia perpetrata da più truffatori non per forza collegati fra loro. Noi proseguiamo con la nostra battaglia anche perché tutti i giorni correntisti truffati invocano la nostra assistenza. E non solo correntisti di banca Intesa. Grazie per il prezioso intervento e le auguro una buona serata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

      1. Grazie dell’informazione!
        sono purtroppo stato truffato in questo modo e aggiungo che il bancomat non arriva per “raccomandata” ma per posta ordinaria…

        1. Salve se ha subito il raggiro perché il truffatore ha intercettato il bancomat inviato via posta, le consiglio vivamente di contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
          Un saluto
          Gianluca Codognato
          uff. stampa Adico

  50. Buonasera, domenica pomeriggio accedendo nell’app mi appare una notifica dove mi diceva che mancavano dei dati da inserire all’interno del l’app.. Preso dalla solita rottura di scatole che ogni volta mi chiedeva questa cosa inizio a mettere dati utente e password (in buona fede considerando che ero nell’app) e al termine mi dice di disinstallare l’app e attendere 24 ore prima di rejstallarma. Il lunedì mattina mi chiama la banca dicendomi che sono stato truffato e accedendo dall’app della moglie abbiamo notato due pagamenti uno da 1400 euro e uno da 2800 euro. Chiedo subito alla banca di bloccare il tutto.. Arrivo in filiale con il commesso che ridendo mi dice non preoccuparti che con la denuncia verrai risarcito in due giorni di tutti i soldi. Mi chiede com’è successo e io gli rispondo con la verità. Appena gli dico di aver messo i miei dati mi ferma e mi dice è no se hai messo i dati hai aiutato i truffatori e non verrai rimborsato. Immaginate che bel natale da un operaio che prende 1300 euro aversi visto sfumare 4000 euro di risparmi in due ore. Il bello è che intesa San Paolo può vedere i movimenti che ho fatto inserendo i miei codici quindi vede tutta la procedura che ho fatto MA non può bloccare i pagamenti e non può risalire a chi è il truffatore.

    1. SAlve signor Roberto, la consiglio vivamente ci contattarci allo 041-5349637 credo che possiamo darle una mano. Siamo aperti dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19. Distinti saluti.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  51. Buongiorno, ecco anche la mia testimonianza, ieri sera 22.12.2021 alle ore 18,00 sono stato contattato perchè la mia nuova carta non era ancora stata consegnata a causa di un errore di indirizzo, chiedendomi di entrare nel sito e modificare i dati per poterla consegnare.
    Non sono stato molto a pensarci su perchè effettivamente la carta non mi era ancora stata consegnata.
    Purtroppo non faccio mai queste cose ma ho inserito i dati richiesti, ero sicuro si trattasse di un operatore della banca non pensando che la mia carta in realta non fosse mai partita ma fosse stata direttamente intercettata.
    Il tempo di inserire i dati e mi sono subito reso conto di aver fatto un errore, ho subito contattato il numero verde il qualche mi ha detto che erano stati prelevati dei soldi da milano ed io abito a torino. Ovviamente ho boloccato immediatamente conto e carta quasta mattina mi sono recato alla banca per poter capire cio che poteva essere accaduto e come risolvere e anche per poter fare la denuncia, ma per fare la denuncia devo avere l’estratto conto e per poter avere l’estratto conto devo attendere che sia digitalizzato. morale della favola devo attendere fino al 30 dicembre.
    Comunque ho chiesto piu volte che fosse tutto bloccato e me lo hanno confermato. Sperando che sia vero visti i vostri commenti.
    Forse sono stato ingenuo, ma comunque credo che anche smarrire la mia carta sia stato poco professionale da parte della banca.
    Dovrebbero evitare la spedizione a casa ma prevedere la consegna direttamente in filiale visti le numerose truffe.

    Saluti e speriamo di risolvere il problema.

    1. Salve, grazie per la testimonianza, se ha bisogno ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).
      Un saluto
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  52. Buongiorno,
    questa mattina ricevo un messaggio dal “Gruppo ISP” in coda agli altri messaggi della banca. Il messaggio diceva :” abbiamo momentaneamente sospeso il suo conto/carta per mancato aggiornamento psd2. Confermi ora la sua titolarita’ per lo sblocco” e di seguito un link ad una pagina identica a quella della San Paolo. Ricordandomi di un avviso della banca relativo a delle domande di sicurezza di qualche giorno prima, pensavo si riferisse a quello. Una volta inseriti i dati richiesti, mi esce una schermata con su scritto “ricevera’ un messaggio di conferma entro 10 min”. Messaggio ovviamente mai arrivato. Ancora per fortuna non mi è stata prelevata alcuna somma, come dovrei comportarmi in questo caso?
    Grazie

    1. Salve, se non le hanno sottratto subito nulla, dovrebbe essere tranquillo. Le consiglio di avvertire però la sua banca (cosa che probabilmente avrà già fatto) per scongiurare brutte sorprese. SE ha bisogno ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 15-19).

      Buona serata.
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.